Maldini: “Il Milan non deve accontentarsi, sarà una mina vagante per tutti”

Maldini ha parlato a Prime Video al termine di Milan-Salisburgo di Champions: c’è soddisfazione da parte del direttore tecnico rossonero.

Missione compiuta, il Milan è agli ottavi di finale di Champions League. Vittoria per 4-0 contro il Salisburgo e primo obiettivo stagionale raggiunto.

Paolo Maldini
Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan (©LaPresse)

Paolo Maldini ha parlato a Prime Video dopo la gara: “Dobbiamo essere ambiziosi, siamo molto contenti. Dobbiamo ambire a qualcosa di più grande, stasera iniziamo a parlare di qualcosa di più serio“.

Il direttore tecnico del Milan commenta il percorso fatto per arrivare fino a qui: “Siamo partiti quattro anni fa, qualcuno tre. Il vero cambio è stato nel 2019, ci siamo posti traguardi e in questa stagione vogliamo stringere. Vogliamo trovare la dimensione europea che ha sempre avuto il Milan. Siamo lontani a livello economico rispetto alle grandi. Saremo una mina vagante per le altre agli ottavi“.

A Maldini piace la mentalità del gruppo: “Questa squadra è giovane e sta diventando matura. Qualche anno fa avremo festeggiato di più, questo è positivo. Siamo contenti, ma con i piedi per terra“.

Successivamente Paolo ha parlato della tempistica del rinnovo di Stefano Pioli: “Credo fosse giusto farlo prima della partita che ci poteva qualificare o eliminare. Pioli non era in discussione, il suo rinnovo non era in discussione. Era qualcosa di deciso prima della partita di Torino, che non ha inciso come non avrebbe inciso questa“.

La leggenda rossonera sogna in grande per il futuro del Milan: “Io sono affamato, mi piace vedere questa cosa nella squadra. Lo Scudetto ha dimostrato che tutti hanno anche quello 0,1% in più per battere l’Inter, lo daranno tutti anche in Champions. Quando non lo faremo più, faticheremo. È un inizio. Non dimentichiamo cosa ha rappresentato il Milan nella storia del calcio, dobbiamo essere ambiziosi e non accontentarci“.