Cremonese-Milan, le pagelle: la Gazzetta boccia Pioli, un errore grave

La Gazzetta dello Sport ha stilato le pagelle dei rossoneri impegnati ieri sera Cremona. Nessuno brilla, e ci sono parecchie bocciature…

Pareggio deludente, pareggio che brucia forte quello di ieri sera contro la Cremonese. La gara, molto semplice sulla carta, si è rivelata un ostacolo insormontabile per i rossoneri di Stefano Pioli. Una partita bloccata per 90 minuti, e che il Milan non è stato in grado di spezzare. Tanto possesso palla, poca incisività e poca costruzione intelligente!

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Il mister ha proposto una formazione inedita contro i cugini lombardi: difesa a tre e un attacco mistificato a due punte. Dietro non è andata male, con il novellino Thiaw a mettersi in mostra. Ma davanti, davanti è stato un pò un disastro. Il Milan aveva trovato la rete del vantaggio all’11’ del secondo tempo con Divock Origi, ma il belga era in fuorigioco.

E’ finita così, o-o, con il Diavolo scivolato a meno otto punti dallo straripante Napoli. Adesso, sembra davvero difficile riconfermarsi campioni! La Gazzetta dello Sport, nella sua edizione odierna, ha stilato i voti e le pagelle dei rossoneri impegnati in campo contro la Cremonese. Tante bocciature, in attacco soprattutto, e in panchina! Lente d’ingrandimento su mister Pioli.

Milan, attacco bocciato contro la Cremonese

La Gazzetta pone innanzitutto un velo negativo sull’operato di Stefano Pioli. Voto 5 al mister rossonero! Secondo la rosea, la gara era facile da leggere, con la Cremonese chiusa a riccio. L’allenatore ha una colpa grande: non aver messo in campo prima Rafael Leao. Non che il portoghese sia stato lucido e in grado di dare una scossa una volta entrato, ma tentare in anticipo avrebbe forse dato una soluzione.

Bennacer 6,5: L’unico vero motore del Milan. Gran primo tempo, poi cala di condizione come il resto dei compagni!

Origi 5: fa sentire la mancanza di Giroud! Ci prova e riprova ma non è mai incisivo.

Tatarusanu 6: mai impegnato, se non nel finale con Buonaiuto, ma lui dimostra di essere attento!

Thiaw 6,5: definito statutario per la prontezza difensiva. E’ l’unico gigante in difesa, che sfiora anche il gol di testa. Prima da titolare convincente!

Kjaer 6: fa il suo lavoro senza grandi lodi! Ma con lui in difesa il Milan ha subito solo un gol nelle ultime dieci ore in campo.

Tomori 6: decisivo nella chiusura di Okereke merita la sufficienza. Per il resto è poco impegnato dietro, più in fase di costruzione anche se sbaglia qualcosina!

Messias 6,5: l’unica sufficienza in attacco, l’unico ad avere una certa continuità in partita! E’ bravo nell’uno contro uno saltando spesso l’uomo e creando superiorità.

Tonali 6: trequartista aggiunto per i rossoneri, che trova l’imbucata perfetta per Origi. Ma nulla di più! Esce davvero arrabbiato dal campo e rappresenta l’umore della squadra.

Ballo Touré 5,5: poco, troppo poco per avvicinarsi a Theo! Tecnicamente non sbaglia, ma fa davvero poco per aiutare la squadra. Un cross e poco più!

Brahim Diaz 5,5: ci si aspetta di più da un 10, soprattutto in una partita così bloccata! Si accende di tanto in tanto, ma si spegne in pochi istanti!

Rebic 5,5: fa tutto male, eccetto il verticale per Origi! Serata da dimenticare.

Kalulu 6: sostituisce Thiaw e mette qualche pallone in mezzo interessante, come quello per Lazetic! Ha fatto il possibile per quanto stato in campo.

Leao 5: male, malissimo! Mezz’ora da incubo con diversi errori e nulli squilli!

De Ketelaere 5,5: venti minuti di anonimato!