Calciomercato Milan, in Premier non gioca: Maldini lo vuole subito

Paolo Maldini tiene d’occhio il giovane calciatore, che sta facendo panchina o tribuna in Inghilterra e che può dunque partire.

Il Milan è pronto a tuffarsi in un’altra avventura di calciomercato. Con lo stop ai campionati, complice il Mondiale 2022 in Qatar, i rossoneri potranno focalizzarsi sui movimenti in entrata ed in uscita.

Maldini
Paolo Maldini (Ansa foto)

La squadra di Stefano Pioli si è dimostrata in questi quattro mesi di inizio stagione piuttosto completa e competitiva. E’ seconda in classifica dietro ad un Napoli inarrestabile e ha superato la fase a gironi di Champions League.

C’è però chi dice che qualcosa potrà cambiare a gennaio, nella sessione di riparazione. Molto dipenderà anche dalle uscite e dalle strategie della nuova proprietà RedBird Capital.

Le mosse in attacco del Milan: il giovane bomber nel mirino

L’attacco è uno dei reparti che potrebbe subire variazioni. Giroud al momento è l’unico centravanti che dà garanzie, non a caso appare vicino al rinnovo contrattuale fino al 2024.

Ibrahimovic è un enigma, visti i tanti mesi di stop ed i 41 anni di età. Origi finora ha convinto a metà, perché troppo spesso fermo per infortuni muscolari. Senza dimenticare i dubbi sul rinnovo di Rafa Leao, intriso nel mistero.

Ecco perché Paolo Maldini, come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, guarda alla Premier League per portare subito, ad inizio 2023, un nuovo attaccante alla corte di Pioli. Occhi puntati su Armando Broja, giovane punta del Chelsea.

Da settimane Broja è accostato a diversi club europei, tra cui il Milan. Il suo futuro appare lontano da Londra, visto che l’albanese non riesce ad avere spazio con il neo tecnico Graham Potter. Solo 286 minuti giocati in Premier e un gol segnato per il classe 2001.

Per caratteristiche Broja sarebbe utilissimo al Milan; una punta forte fisicamente, formatasi in Inghilterra e pronto al grande salto. Un erede degno di Giroud che fa gola in casa rossonera. Maldini proverà a portarlo il prima possibile in Italia, sfruttando i buoni rapporti con i Blues.