Milan-Fiorentina, Casarin boccia Sozza: “Gol da annullare, non si è reso conto”

La moviola di Milan-Fiorentina vista dagli occhi del noto ex arbitro italiano, che ha espresso pareri severi sul giovane Sozza.

Strascichi polemici al termine di Milan-Fiorentina, ultima gara dei rossoneri nell’anno solare 2022, prima della pausa per il Mondiale in Qatar.

sozza
Simone Sozza (©LaPresse)

Gli episodi da moviola nel secondo tempo della sfida hanno fatto discutere. La società viola è rimasta comunque composta nel post-partita, ma non mancano i giudizi negativi nei confronti della squadra arbitrale.

Nel mirino delle moviole sia un possibile rigore per la Fiorentina, sull’intervento disperato di Tomori in scivolata su Ikoné nell’area milanista. Sia il gol del 2-1 del Milan (autorete di Milenkovic) nato da una presunta infrazione.

Casarin analizza gli episodi di Milan-Fiorentina 2-1

Il Corriere della Sera come ogni lunedì affida all’esperto ex arbitro Paolo Casarin l’analisi sugli episodi da moviola dell’ultima giornata di campionato. Giudizio severo dello storico fischietto nei confronti di Simone Sozza, che ha diretto Milan-Fiorentina.

Casarin inizialmente promuove la scelta sul contatto Tomori-Ikoné: “Uno dei casi più importanti riguarda il rigore richiesto alla Fiorentina. Ma mi pare che Tomori sposti la palla in corner senza danneggiare Ikoné“. Dunque giusta la decisione di concedere solo il calcio d’angolo ai viola.

rebic
Il contatto Rebic-Terracciano (©LaPresse)

Meno brillante invece la decisione sul 2-1 del Milan: “Nel finale dell’incontro Rebic contrasta fuori area fallosamente Duncan, ma Sozza lascia andare. L’azione continua con il cross in area, contatto Rebic-Terracciano e autogol di Milenkovic. Sozza concede il gol, ma non si è reso conto di un fallo ad inizio azione di Rebic“.

Casarin non si concentra dunque sulla presunta ostruzione di Rebic al portiere viola, bensì ad un fallo che Sozza ha considerato non punibile del croato su Duncan. Decisione che, secondo l’ex arbitro, ha influito sul risultato finale.