Milan, il club francese tenta lo scippo | Così Maldini rischia di perdere un tassello

Il Milan rischia di perdere questo importante tassello. Secondo le ultime indiscrezioni sarebbe concreta la proposta del noto club internazionale per lui.

Senza alcun dubbio si può affermare che il Milan è riuscito, negli ultimi anni, a costruire un modello vincente e virtuoso per il mondo del calcio internazionale.

dirigente Milan
Il Milan rischia di perdere un tassello – Milanlive.it

Una società che, grazie al lavoro della proprietà Elliott e dei vari dirigenti, è riuscita ad annullare il rosso in bilancio da panico degli scorsi anni e risalire la china.

Partnership, accordi commerciali, tanto lavoro gestionale e anche un calciomercato che è stato ben eseguito, con virtuosismo e idee e senza spendere più cifre folli tra cartellini ed ingaggi.

Non è un caso se, ad oggi, uno dei maggiori fautori della risalita Milan nel suo ambito, è considerato tra i migliori in circolazione nel suo ruolo e attira l’interesse anche di società internazionali.

Moncada tentato dal Monaco: può tornare a casa

Uno dei dirigenti maggiormente apprezzati per capacità e sforzi in questi anni è sicuramente Geoffrey Moncada. Un uomo che lavora per lo più nell’ombra, non certo personaggio da prime pagine.

Si tratta del capo dell’area scout Milan, scelto personalmente da Paolo Maldini che lo aveva anni fa individuato per le sue straordinarie conoscenze calcistiche e per l’interesse ai giovani talenti internazionali.

Moncada Milan
Moncada, talent scout rossonero – Milanlive.it

Grazie al lavoro di Moncada, il Milan in questi anni ha reperito tanti giovani tasselli a basso costo. Gli esempi più fulgidi riguardano elementi come Kalulu, Saelemaekers, Adli, Vranckx e altri ancora, tutti visionati e consigliati dall’osservatore monegasco.

La notizia, lanciata da Sportitalia, mette però in apprensione il Milan: pare che Moncada sia finito nel mirino del ‘suo’ Monaco. Infatti il giovane dirigente, oltre ad essere originario del Principato, ha già lavorato nel club francese come video analyst prima di essere ingaggiato dal Milan.

Tentazione Monaco per lui, che potrebbe dunque tornare a casa dopo circa 4 anni in rossonero. Ovviamente, viste le capacità e l’ottimo lavoro svolto, il Milan non vorrebbe affatto privarsi di questo scopritore di talenti che lavora in simbiosi con Maldini e Massara.

Moncada, dalle analisi agli insegnamenti di Westerloppe

Per chi non lo conoscesse affatto, Geoffrey Moncada è da anni considerato un enfant prodige in Europa nel settore scouting. Anche prima di compiere 30 anni si era fatto apprezzare col lavoro in Ligue 1.

Moncada ha iniziato come analista video nel Monaco, imparando da uno dei più grandi osservatori di talenti in circolazione: Marc Westerloppe, colui che ha scoperto un certo Kylian Mbappé.

Durante la sua prima esperienza monegasca, Moncada si è subito fatto valere puntando su calciatori del calibro di Youri Tielemans, Soualiho Meité, Pietro Pellegri e Jordi Mboula. Il suo ingaggio al Milan è stato uno dei primi colpi avallati da Ivan Gazidis, ormai ex amministratore delegato milanista.