Maignan, arriva una buona notizia: ma non riguarda l’infortunio

Un annuncio ufficiale può fare contento Maignan: purtroppo sul rientro dal suo infortunio, però, non ci sono novità.

Mike Maignan è diventato un caso e nessuno si aspettava una simile situazione. Il suo polpaccio sinistro non è ancora guarito. L’ultima partita disputata è quella del 22 settembre, Francia-Austria, in cui accusò il primo problema al muscolo.

Maignan Lloris Francia
Mike Maignan ha un motivo per esultare – MilanLive.it

Nella conferenza stampa pre Milan-Roma mister Stefano Pioli ha confermato di non saper indicare una tempistica del rientro. Serviranno sicuramente un po’ di settimane prima di rivedere il portiere francese in campo. Difficile fare una previsione.

Se è dopo così tanto tempo non c’è stata ancora una guarigione, è probabile che un errore qualcuno lo abbia commesso. Un vero peccato, intanto per Maignan stesso e poi anche per il Milan ovviamente. Speriamo che l’ex Lille possa tornare al 100% quanto prima ed esprimersi sugli alti livelli ai quali aveva abituato prima di farsi male.

Maignan attende di guarire: intanto può esultare

L’estremo difensore 27enne ci tiene a tornare a giocare per dare un contributo alla squadra rossonera, che vuole confermarsi campione d’Italia e sta vivendo un campionato di stop & go. E vuole essere pronto anche per i prossimi impegni della Francia, che sarà in campo a marzo contro Olanda e Irlanda per le qualificazioni al prossimo Europeo.

A proposito di Francia, nelle scorse ore Hugo Lloris ha annunciato il ritiro dalla Nazionale. Una notizia che consente di fatti a Maignan di essere il titolare appena rientrerà dal suo infortunio. Prima dei problemi al polpaccio, era il vice del portiere del Tottenham.

Ora sta pensando solo a recuperare, però la notizia riguardante Lloris probabilmente lo farà contento. Ci tiene molto alla Nazionale e diventarne il nuovo numero 1 è sempre stato un suo obiettivo. Finora ha collezionato 5 presenze con i Galletti e potranno aumentare drasticamente in futuro.

Francia, Lloris passa il testimone a Maignan

Lloris in un’intervista concessa a L’Equipe ha spiegato così il suo ritiro dalla Nazionale: “Arriva il momento in cui bisogna saper passare la mano. Preferisco lasciare al top che aspettare un calo. È anche una scelta familiare, voglio passare più tempo con mia moglie e i miei figli. Ho sempre detto che la Francia non è mia e dobbiamo assicurarci che sia così“.

Il portiere del Tottenham, prossimo avversario del Milan in Champions League, ha anche incoronato Maignan come suo successore: “Penso che la squadra sia pronta per andare avanti, c’è anche un portiere pronto“. Nelle parole di Lloris c’è il riferimento a Mike, sicuramente onorato dell’investitura del suo connazionale.