MILAN MASSIMILIANO ALEGRI -Le scelte offensive di Massimiliano Allegri sono delle scelte pressoché obbligate visto che in rosa, attualmente, non vi sono delle alternative che possano far rifiatare Zlatan Ibrahimovic o che possano costituire delle frecce ulteriori a disposizione del tecnico. Lo svedese, Robinho e Ronaldinho sono gli unici attaccanti a disposizione e gli infortuni di Pato e Inzaghi ha costretto l’allenatore rossonero a cambiare modulo affidandosi a Seedorf come rifinitore alle spalle di due punte. In un momento di crisi, a livello di scelte, nel reparto offensivo, il sergente Max dovrebbe iniziare a pensare a una soluzione tanto rischiosa quanto coraggiosa e, per certi versi, ovvia: pescare dalla primavera. La squadra di Giovanni Stroppa può vantare nella sua rosa tre prime punte di razza come Giacomo Beretta, Simone Andrea Ganz e Marco Gaeta, tre prospetti che proprio Stroppa sta facendo maturare in maniera importante e che hanno impressionato i collaboratori di Allegri. Per la sfida contro il Brescia di sabato prossimo si potrebbe pensare di portarne almeno uno in panchina ed avere la consapevolezza di poter contare su un ulteriore attaccante da buttare nella mischia piuttosto che spremere fino allo stremo le uniche tre punte attualmente a disposizione. Alberto Paloschi ha dimostrato che osare, a volte, porta a grandi risultati. Per informazioni chiedere proprio all’attuale attaccante del Parma…

Fonte: tuttomercatoweb.it

m.v. – www.milanlive.it