MILAN ALLEGRI INCIDE – Massimiliano Allegri si sta dimostrando un allenatore pieno di idee e innovativo. Era quello che mancava a questo Milan, abituato in questi anni a fare più o meno sempre le stesse cose. Il tecnico livornese, dopo un primo periodo di assestamento e conoscenza della realtà del Milan, sta incidendo sempre più in questa squadra, inventando soluzioni sempre più sorprendenti, ma vincenti. Dopo aver trovato l’equilibrio con i tre mediani e Seedorf trequartista , escludendo dalla formazione titolare il pupillo del Presidente, tutti ci chiedevamo cosa sarebbe successo una volta recuperato Andrea Pirlo. Annunciata la novità già in conferenza, il regista è stato posizionato come mezz’ala sinistra lasciando il posto di vertice basso del rombo ad Ambrosini, salvo poi riprendersi il proprio ruolo naturale dopo il secondo goal. Il sacrificato è stato Flamini che poi ha trovato posto a gara in corso. Altra novità importante registrata durente Milan-Brescia è stata l’inserimento di Boateng dietro i due attaccanti.  Ronaldinho a questo punto diventa la terza scelta, almeno in questa zona del campo. Ora bisognerà vedere cosa succederà a Gennaio con il ritorno di Pato. L’allenatore rossonero sarà in grado di stupirci ancora?

Angelo Soldato