BOLOGNA: MALESANI PROVERA’ A FERMARE IL MILAN – Nonostante i guai societari il Bologna proverà a vicere e portare a casa un tris importante per la squadra e per fermare la squadra di Allegri. I rossoblu, reduci dalle vittorie contro Cesena e Chievo, ospitano il Milan. «Quella di domani -dice- sarà una partita tosta contro una squadra che rispecchia molto il Chievo come modulo di gioco, con l’aggravante di aver molta qualità in più. Noi dovremo essere ancora più bravi per riuscire nell’impresa: arriviamo da due vittorie in campionato molto meritate sotto tutti i profili». I rossoblu rischiano di arrivare all’appuntamento con le pile scariche, il Milan ne è consapevole ma non dovrà sottovalutare gli avversari. «Dobbiamo riuscire a mettere in campo molto più di quello che tiriamo fuori normalmente. In queste gare abbiamo consumato molte energie nervose: ora serve molta forza in più. Siamo consapevoli che dobbiamo recuperare gli eventuali punti che ci verranno tolti e questo è uno stimolo», dice Malesani pensando già ad eventuali penalizzazioni per inadempienze del club. «Contro il Milan abbiamo l’opportunità di mettere in mostra le nostre qualità», aggiunge l’allenatore, che deve dosare le energie del gruppo. «Tra la Coppa Italia e il recupero con il Chievo per noi è stato un tour de force: dobbiamo far fruttare l’entusiasmo di chi ha vinto per essere competitivi anche a livello mentale. È importante scendere in campo con umiltà: siamo consapevoli che il Milan sia più forte di noi, ma il calcio è bello perchè non è preclusa nessuna impresa», prosegue. Non bisogna pensare, in ogni caso, che i rossoblu non abbiano nulla da perdere: «Non bisogna ragionare in questo modo -continua Malesani- altrimenti si rischia di accampare scuse e scendere in campo senza grinta, che in partite come questa è fondamentale. La svolta vincente di questa squadra è arrivata con la partita di Coppa Italia contro il Cagliari e interrompere questo trend positivo sarebbe rischioso». Il Milan, osserva Malesani, «è una squadra che ha vinto molte partite soffrendo e questo dimostra la loro forza. Allegri è riuscito ad ottenere ottimi risultati grazie sia ai giocatori, che si sono messi a sua completa disposizione, sia alla grande campagna acquisti che ha fatto la società. Con l’arrivo di Ibrahimovic la squadra è notevolmente migliorata: chi ha quel tipo di giocatore è fortunato». È inevitabile parlare della crisi societaria e della decisione presa ieri dai giocatori: la squadra ha messo in mora il Bologna; situazione che non gioca a favore di un ambiente disteso tra i giocatori. «Sono d’accordo con i miei ragazzi -dice Malesani-: con questo gesto hanno deciso di dare una mano alla città. È una decisione corale presa da tutto il gruppo: ora inizia il conto alla rovescia, ci saranno venti giorni nei quali aspettiamo che qualcuno si faccia avanti per salvare la società». Per Allegri non sarà una sfida facile, soprattutto visti gli ultimi infortuni e la delusione con cui i rossoneri sono usciti dal campo contro l’Ajax, oltre alla stranezza dell’orario di mezzogiorno e mezza, ora nella quale il Milan non aveva ancora avuto occasione di giocare.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it