CALCIOMERCATO MILAN CASSANO ARBITRATO – Altre 48 ore con il fiato sospeso. Poi Cassano e la Samp conosceranno il verdetto. I lavori del collegio arbitrale procedono spediti. A meno che il presidente Giuggioli non decida di prendere tempo sino a giovedì 16. La procedura d’urgenza gli consente, infatti, di ultimare i lavori entro un mese e l’iter è partito il 16 novembre. Già ieri, però, sono emersi alcuni dettagli utili per annusare l’esito di questa vicenda. L’ammenda per Antonio Cassano è scontata. Va solo definita l’entità. Il vero nodo riguarda la richiesta di risoluzione avanzata dalla Sampdoria. Un’ipotesi estrema, senza precedenti per il calcio. Perciò questa sentenza farà giurisprudenza. L’ipotesi mediana prevede che il collegio punisca Cassano, ma chieda alla Samp di reintegrarlo immediatamente. In tal caso s’aprirebbe una fase di studio che porti alla cessione a gennaio. Invece l’ipotesi più favorevole a Cassano prevede addirittura l’indennizzo per il giocatore che ha chiesto un milione per aver perso la Nazionale. Di sicuro a breve potrebbe avere una big: Inter, Juve o Milan per intendersi.

Fonte: Gazzetta dello Sport