ancor Ibrahimovic determinante, 17esimo gol dall'inizio di questo campionato (tra Campionato e Champions)

CATANIA-MILAN, PAGELLE –

UOMO PARTITA MILANLIVE.IT: ROBINHO-IBRAHIMOVIC

CATANIA (4-3-2-1): Andujar, Spolli,
Silvestre, Capuano, Augustyn ( 64 Ricchiuti), Sciacca (82 Morimoto),
Ledesma, Carboni ( 43 Pesce), Gomez, Mascara, Lopez. A disp. Cuomo,
Kosicky, Marchese, Martinho.All. Simeone.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati,
Antonini, Yepes, Bonera, Silva, Ambrosini (74 Jankulosky), Merkel ( 46
Emanuelsson), Van Bommel, Robinho, Cassano ( 58 Oddo), Ibrahimovic. A
disp. Calvano, Papastatophoulos, Pato, Roma. All. Allegri.

ARBITRO:
Tagliavento.

MARCATORI: 57 Robinho, 85 Ibrahimovic.

ESPULSI: Van
Bommel. AMMONITI: Spolli, Mascara, Yepes, Ambrosini, Merkel, Van
Bommel.

PAGELLE:

ANDUJAR 5,5: buona la parata sulla punizione di
Ibrahimovic, ma è poco lesto a chiudere sull’accorrente Robinho che lo
insacca. Successivamente è pronto su conclusione di Emanuelsson.

SPOLLI 6: primo tempo da dominatore in difesa. Imbriglia il coinquilino
Ibrahimovic e non gli concede nulla. Nella ripresa cede le armi alle
punte milaniste e per questo si gioca mezzo voto in piu’.

SILVESTRE
5.5: stesso discorso di Spolli, con un primo tempo sufficiente e una
ripresa viziata da disattenzioni fatali.

CAPUANO 6: tenta ad inizio di
partita di segnare una rete che replicasse più o meno quella
dell’andata, ma non ha fortuna. Svolge comunque il suo ruolo di fascia
al meglio, anche perchè le ali milaniste non spingono per nulla.

AUGUSTYN 6: stesso lavoro del suo opposto, con buona copertura
soprattutto nei primi 45 minuti. Nella ripresa cala e viene sostituito
a metà. RICCHIUTI s.v.

SCIACCA 6: sufficienza meritata per un
giovanissimo che deve destreggiarsi in mezzo a dei volponi del calibro
di Van Bommel e Ambrosini. MORIMOTO 6: pochissimi minuti ma importanti.
Fa in 180 secondi quello che non fa Maxi Lopez in una partita intera.

LEDESMA 5,5: non detta i tempi in una mediana di campo che tra tutte e
due le squadre è solo una grande confusione.

CARBONI 5,5 : muscolare
nei 43 minuti che gioca, poi è costretto ad uscire per un problema
fisico. PESCE 5.5: un tempo intero senza impensierire la retroguardia
milanista. Si contano 4 cross dalla sinistra che non hanno una giusta
incisività.

GOMEZ 6: primo tempo da migliore dei suoi; con la sua
velocità mette in continua apprensione i difensori milanisti. Nella
ripresa scompare.

MASCARA 5,5: qualche buona giocata per uno come lui
che ha i piedi buoni, ma nessuna è tale da farlo arrivare ad una piena
sufficienza.

MAXI LOPEZ 4,5: Praticamente inesistente dall’inizio alla
fine, e poi trova sulla sua strada uno Yepes insormontabile.

SIMEONE
5,5: mette in campo una squadra muscolare e poco incisiva. Fa entrare
Morimoto troppo tardi considerando “l’assenza di Maxi lopez”.

ABBIATI
6: voto di stima perchè non fa praticamente nessun intervento
importante.

ANTONINI 5,5: presidia la fascia di competenza in modo
ordinato ma non accenna minimamente alla spinta offensiva.

YEPES 7:
non fa rimpiangere per nulla Nesta e sfodera una prestazione di livello
internazionale.

BONERA 6: primo tempo di fascia e ripresa da centrale
in modo molto ordinato e sicuro come i tempi migliori.

THIAGO SILVA
6,5 : una sicurezza in difesa e da poco una scoperta in mediana, con
quei piedi che si ritrova.

AMBROSINI 5,5 : non è il solito rubapalloni
di sempre ma comunque ci mette sempre il solito cuore di capitano.
JANKULOSKY s.v.

MERKEL 5: gioca un tempo e poi è costretto ad uscire
per non rischiare di essere espulso vista l’irruenza con cui affronta
gli avversari. EMANUELSSON 6: ha molti margini di migliorare e si vede
dall’adattamento ad entrare subito in partita rischiando di segnare
anche.

VAN BOMMEL 5,5 : un buon martello a centrocampo anche se da
pivot fa rimpiangere Pirlo. Nella ripresa bagna l’esordio con un
espulsione immeritata. Avrà comunque tempi migliori nel centrocampo
rossonero.

ROBINHO 7: lesto a realizzare la sua setti ma rete e
decisivo nell’assist a Ibra per la seconda rete. Cosa chiedere di piu’?

CASSANO 5,5: ancora non è al top della forma e per questo si fa
renedere la vita difficile dalla retroguardia catanese. lascia spazio a
Oddo dopo che la sua squadra rimane in dieci.ODDO 6: spinge piu’ dei
suoi compagni di reparto sulla fascia di competenza, tanto che Allegri
per i prossimi impegni dovrà considerarlo di piu’.

IBRAHIMOVIC 7,5:
ormai è incommentabile e con una punizione-bomba e un gol continua a
portare il Milan in paradiso.

ALLEGRI 6,5 : si adatta alle situazioni
e riesce sempre a mettere in campo una squadra compatta che si assimila
alle dinamiche della partita.

TAGLIAVENTO 5: cartellino facile

Gennaro Manolio – www.milanlive.it