un Milan deluso, con tante occasioni da gol, contro la Lazio finisce 0-0

MILAN, AL MEAZZA0-0 CONTRO LA LAZIO – Tante emozioni, tanti brividi e tanti, troppi falli da parte della Lazio, di Kozac sopratutto che mette letteralmente a terra il nuovo acquisto Legrottaglie (ora fermo per controlli a causa di un forte trauma cervicale). Una ginocchiata potente nel centro della fronte lo lascia sanguinante a terra, lo portano fuori e anche il nuovo numero 66 prosegue verso l’ospedale dove è già stato portato Bonera (sottocontrollo per trauma cranico) che ha subito la stessa sorte da parte dello stesso giocatore della Lazio nel primo tempo con una gomitata molto forte sullo zigomo sinistro. Nel secondo tempo il Milan attacca molto di più e riesce a costruire occasioni da gol ineccepibili. Ibrahimovic è sempre il punto di forza della squadra ma questa sera non ha avuto molta fortuna; un tiro quasi perfetto viene letteralmente beffato dal doppio palo e dalla parata di Muslera che si trova la palla in braccio senza colpo ferire. Altri tentativi, altre occasioni create anche grazie all’ingresso, che Milanlive.it aveva pronosticato a fine primo tempo, di Cassano al posto di Pato.  Altra beffa, dopo la magia di Ibrahimovic che riesce a trovare Robinho, tira potente in porta ma Biava si trova sulla linea e riesce a manenere la rete immacolata. Il Milan ci crede fino alla fine, continua a mantenersi in zona d’attacco, lotta e ci crede ma non riesce a sbloccare il risultato. Non è stata una bella partita nemmeno per i numerosi falli violenti di cui la Lazio si è resa artefice, Damato ha arbitrato in maniera abbastanza lineare, a differenza di Tagliavento a Catania, anche se non risponde adeguatamente all’atteggiamento violento di Kozac. Il Milan ci ha provato ed è riuscito almeno a mantenere il risultato sullo 0-0. Per guadagnare quegli 80 punti che, per Allegri, valgono lo scudetto, bisognerà lavorare molto. Allegri dovrà riuscire a ricostruire la sua squadra perfetta, quella che vince e che non si cambia ma che Allegri ha dimostrato di poter cambiare spesso continuando a vincere. “Mi dispiace perchè abbiamo avuto molte occasioni, forse abbiamo avuto molta fretta, troppa. Credo che se avessimo vinto la partita la prestazione sarebbe stata letta in modo diverso” commenta l’allenatore Massimiliano Allegri. Non resta che pensare alla 24esima giornata, a Genova dove si giocherà Genoa-Milan. Domani sapremo di più riguardo alle condizioni di Bonera e Legrottaglie.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it