Abbiati e la sua magnifica stagione

MILAN, PAROLA AD ABBIATI – Nella serata del 27 aprile ha parlato Christian Abbiati, una stagione davvero importante per la squadra rossonera e Abbiati riferendosi al ricordo che i tifosi hanno di lui dice: “Fa piacere che i tifosi si ricordino ancora della parata del 1999 con il Perugia, perchè quella sicuramente è stata più importante dell’ultima di Brescia perchè è stata fatta all’ultima giornata, negli ultimi minuti della partita e quindi ha sicuramente un’importanza indimenticabile, anche perchè era il primo anno in Serie A con il Milan. Quella di sabato è stata una parata importante, però penso che quella di Perugia sia stata molto più difficile di quella su Diamanti.” Spesso, nel corso di questa stagione, si è detto che il campionato di Abbiati è stato forse il più bello in tutta la sua carriera e proprio Abbiati dice: “Non so se è la stagione migliore della mia carriera perchè nel 2008 sicuramente stavo facendo un’ottima annata, poi mi sono fatto male. E’ una stagione importante perchè la squadra sta giocando bene, ha quasi in vista l’obiettivo finale e i risultati aiutano anche il portiere, come aiutano tutta la squadra.” Parlando di Amelia e dei suoi risultati stagionali non particolarmente brillanti Abbiati commenta dicendo: “E’ un caso che quando Marco (Amelia) ha giocato la squadra ha vinto solo una volta. Marco è un ottimo portiere, ha sempre giocato a grandi livelli ed è normale che quando un giocatore gioca meno ha più difficoltà a trovare il ritmo.” Non si elogia mai ma rimane con i piedi per terra: “Per come sono fatto io mi verrebbe da dire che quest’anno ho solo fatto il mio, quello che devo fare e che mi chiedono di fare il Mister e la Società. Poi c’è da dire che non è ancora finita e domenica sarà importante vincere.” Parlando, invece, di Van Bommel (acquistato nel mercato invernale) afferma: “Van Bommel non lo conoscevo bene all’inizio. Mi ha sorpreso molto in positivo: è un ottimo giocatore, un grande campione e una grande persona. Mi ha fatto piacere giocare con lui.” Spesso Allegri ha parlato dell’importanza dei giocatori che entrano in campo dalla panchina e Abbiati conferma: “La bravura di chi è entrato dopo e ha giocato meno, probabilmente, è ciò che ci ha permesso di raggiungere questa posizione in classifica. Tutti i giocatori chiamati in causa che hanno giocato meno hanno dato un contributo importante al Milan” I tifosi sono molto importanti per i giocatori che hanno bisogno di sentirsi sostenuti in campo ma anche fuori e così Christian dice: “I tifosi rossoneri sono sempre stati vicino alla squadra, anche nei momenti più difficili e quindi non c’è bisogno che dica loro nulla perchè vengano a sostenerci.” L’intervista è stata riportata integralmente dal sito ufficiale della società acmilan.com.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it