MILAN-CAGLIARI | PAGELLE E TABELLINO

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, T.Silva, Yepes, Zambrotta; Gattuso (Flamini 15′ 2T),  Ambrosini (Pirlo 45′ 1T), Emanuelson;  Seedorf; Robinho, Pato (Inzaghi 40′ 2T).

CAGLIARI (4-3-2-1): Agazzi; Perico, Canini, Astori, Agostini; Biondini, Missiroli (Ragatzu 14′ 2T), Nainggolan; Cossu (Cepelini 452T), Lazzari; Acquafresca.

Risultato Finale: Milan-Cagliari 4-1

UOMO PARTITA MIL ANLIVE: ROBINHO

TABELLINO: Robinho 22′ 1T; Gattuso 23′ 1T; Robinho 35′ 1T; Cossu37′ 1T; Seedorf 32′ 2T.

PAGELLE

MILAN

Abbiati: S.v. Non può nulla sull’unico gol del Cagliari, unìaltra partita nella quale ha effettuato pochi interventi, questa sera, nessuno decisivo.

Abate: 7.5 Ormai è diventato uno degli idoli del popolo rossonero. Le sue cavalcate sulla destra sono fenomenali, non lo si contiene mai, per informazioni, chiedere a J.Zanetti. Questa sera ha giocato un grandissimo primo tempo

T.Silva:8  Si potrebbero dire tante cose su questo difensore Brasiliano, ma sarebbero frasi già dette. La partita di stasera, tanto per cambiare, è stata impeccabile. Un grazie, per questo trionfo va soprattutto a lui, semplicemente Thiago Silva. 

Yepes: 6.5 Nel corso di tutto il campionato, quando ha sostituito Nesta, ha sempre convinto. Anche questa sera una buona prestazione quella del colombiano, disattento solo al 37′ del primo tempo, in occasione del gol dei sardi quando si lascia sfuggire sulla linea del fuorigioco Cossu, che avrebbe successivamente segnato.

Zambrotta:  7 Primo tempo devastante per lui, corre sulla sinistra come un ragazzino all’esordio in Serie A.  E’ sempre libero nella sua parte di campo, al 20′ del primo tempo, si fa notare per un doppio dribbling in area, tenta anche il tiro, ma viene deviato in angolo.Nel secondo tempo resta un po’ più sulle sue.

Gattuso (Flamini 15′ 2T): 8 Sempre cattivo e attento anche in una partita che conta ben poco. Al 23′ del primo tempo, fa ciò che non ti aspetti, segna un altro gol dopo quello alla Juventus. Stavolta meno decisivo e meno difficile rispetto al gol di Torino, ma fa sempre piacere quando un lottatore come lui segna. La rete nasce da un’azione un po’ rocambolesca, Robinho serve Pato in profondità, che viene anticipato da Agazzi, il pallone si alza, e appena fuori area, Gattuso lo mette in porta. Sostituito da Flamini: S.v.

Ambrosini (Pirlo 45 1T): 6 Gioca solo i primi 45 minuti, ritmo basso, come del resto quello di tutta la squadra. Fa spazio a Pirlo a fine primo tempo. Ritmi lenti anche per il 31enne bresciano, qualche lancio dei suoi per l’uomo libero sulla fascia. Al minuto 23 del secondo tempo, mette davanti la porta Robinho, che spara su Agazzi. Con molta probabilità è stata l’ultima partita sotto i riflettori del S.Siro con la maglia del Milan. Per lui voto 6+.

Emanuelson: 7- Quello di interno sinistro in un centrocampo a tre, non è il suo ruolo naturale. Nel primo tempo non riesce ad essere tanto incisivo, ma nella ripresa si fa notare per qualche grande accelerazione sulla sinistra. Può ancora crescere dal punto di vista del fisico e dell’intensità di gioco.

Seedorf: 8 Solita grande partita per l’olandese, domina il centrocampo con la solita classe. Corona la sua grande partita con un gran gol nato da una super azione. Al 32′ del secondo tempo Robinho tagalia tutta la difesa cagliaritana, serve Pato che mette solo davanti al portiere Seedorf, che non può far altro che segnare.

Robinho: 9 Delizia il pubblico con giocate che da sole valgono il prezzo del biglietto. Segna anche due bellissimi gol, il primo, che apre la partita, al minuto 22 del primo tempo con un bellissimo destro a giro. Il secondo gol arriva al 35′ del 1T, grande assist di Pato, che mette il suo connazionale davanti la porta, che con l’interno destro batte Agazzi. 14 Gol in tutto il campionato, gli stessi di Pato e Ibrahimovic, chissà quanti ne avrebbe fatto se ne avesse sbagliati di meno durante tutta la stagione.

Pato (Inzaghi 40′ 2T): 7 Manca solo il suo gol alla festa rossonera. Ha diverse occasione per entrare nel tabellino dei marcatori, la più clamorosa ce l’ha al 33′ del primo tempo, quando, servito da un grandissimo passaggio filtrante di Seedorf, a tu per tu con Agazzi tenta il pallonetto anzichè tirare di potenza. Fa posto a Inzaghi al 40esimo della ripresa, tocca pochi palloni, ma è stata qualcosa di emozionante e da pelle d’oca l’euforismo del pubblico con il quale chiama in campo il numero 9 rossonero.

All. Allegri: 10 La sua faccia rilassata ad inizio gara dice tutto. Ottima partita quella di stasera, ma obiettivamente contava solo fare bella figura davanti ad un S.Siro letteralmente scatenato.

CAGLIARI

Agazzi: 5 Effettua pochissimi interventi durante tutta la partita, non può nulla su tutti i gol subiti dalla sua squadra.

Perico: 6.5 Attacca molto sulla destra, per il primo quarto d’ora la sua squadra attacca sempre sulla sua fascia, e i suoi cross sono sempre pericolosi, ma i suoi compagni non concretizzano. Nel secondo tempo ha più spazio sulla destra, anche perchè Zambrotta resta molto più in fase difensiva.

Canini: 5  Disattenta tutta la retroguardia Sarda che sbaglia il fuorigioco in occasione del terzo gol rossonero, ma che non può fare nulla per arginare gli attacchi dei Campioni d’Italia. Nel secondo tempo è molto meno impegnato in fase difensiva, ma ormai la partita è compromessa.

Astori: 4.5  Non è questa la partita per vedere le migliori qualità del difensore scuola Milan. Per tutto il primo tempo non riesce mai a controllare Pato,  sbaglia, insieme ai suoi compagni,  la fase difensiva in occasione dei gol del Milan.  Nel secondo tempo ha difeso meno anche perchè gli attacchi del Milan sono molto sporadici.

Agostini: 6.5 Non ha certo vita facile contro Pato e gli attacchi continui dalla destra di Abate, fa quel che può, non tanto a dir la verità ma contro questo Milan c’è poco da fare. Secondo tempo molto più positivo, Abate attacca meno e questo facilita i suoi cross da sinistra che i suoi compagni non concretizzano in gol.

Biondini: 5 Non riesce quasi mai ad essere pericoloso in fase offensiva, sbaglia il pressing in quella difensiva. Di certo non una di quelle partite da ricordare per il centrocampista Cagliaritano.

Missiroli (Ragatzu 14′ 2T): 5+ Si vedo poco per tutto il primo tempo, molto meglio nella seconda parte di gara, ma viene sostituito da Ragatzu al 14′ del 2T, S.v.

Nainggolan 5.5: Non riesce quasi mai a fare pressione al possesso palla del Milan, ma quando ha la possibilità si fa dare la palla per creare azioni pericolose. Al 37′ della prima frazione di gioco , serve in verticale Cossu, che va in rete. Poca roba nel secondo tempo.

Cossu (Cepelini 45′ 2T): 7 Buona la prima parte di gara, molto pericoloso in area. Al 37′ del primo tempo segna il gol del momentaneo 3-1, servito in verticale da Nainggolan, rientra sul sinistro, fa fuori Yepes, e batte Abbiati. Un gol, questo, che non fa certo piacere alla difesa del Milan, imbattutta da più di 400 minuti. E’ il migliore dei suoi. Sostituito quasi a fine partita da Cepelini, S.v.

Lazzari: 5 Molto attivo sulla fascia sinistra del campo, soprattutto nel primo quarto d’ora, si spegne a partita in corso.

Acquafresca: 6- Non molte palle giocabili durante il primo tempo, ha due occasione da gol nei primi 15 minuti, con due cross da destra, ma non riesce a far male. Per tutto il secondo tempo, ha trante occasioni per fare Gol, con cross da destra e sinistra, anticipa sempre il suo diretto avversario, ma concretizza molto poco.

All. Donadoni: 6 Ritorna a S.Siro per assistere alla festa del Milan, la sua squadra ha creato molto, ma obiettivamente era difficile fare risultato contro questa squadra, e questo meraviglioso pubblico.

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it