Ora si lavora con l'obiettivo Champions

MERCATO MILAN, TUTTE LE IPOTESI – Dettagli insignificanti, forse, ma al Milan di Massimiliano Allegri manca ancora qualcosa per essere competitivo al 100% in Europa e lottare per quella Champions che manca ormai dal 2007.

La trattativa per il tanto discusso “Mister X” è vicina alla soluzione. Fabregas è il primo della lista, non dimentichiamo, però, l’ipotesi Montolivo, un giocatore che, in rossonero, aggiungerebbe qualità e freschezza al centrocampo tutto esperienza di Mister Allegri.

Per essere competitivi in Champions League bisogna aggiungere qualità; piccoli dettagli, abbiamo detto, ma fondamentali per dare quell’apporto in più ad una squadra già molto esperta in campo europeo, fattori che il Milan non trascurerà. Il reparto difensivo non ha bisogno di nient’altro, per l’attacco, invece, urge un giocatore all’altezza di Zlatan Ibrahimovic che, in quasi tutta la sua carriera, ha pagato il grande dispendio di energie nella prima parte di stagione, soprattutto a causa dei numerosi impegni in serie A. Problema già riscontrato nell’arco della scorsa stagione. Ibrahimovic ha trascinato il Milan durante tutto il girone di andata, trovandosi stanco fisicamente e mentalmente per poter essere decisivo anche in Champions. Non a caso lo svedese ha vinto 9 titoli nazionali consecutivi, ma in Europa ancora niente di fatto.

Sono molti i nomi accostati al Milan nelle ultime settimane: Drogba è un sogno realizzabile, Adebayor sembrerebbe l’alternativa, ma attenzione a Balotelli il cui sogno rossonero non è mai stato nascosto. Il futuro di Antonio Cassano potrebbe determinare l’andamento della fine di questo mercato estivo; il n° 99, infatti, è ancora indeciso se restare al Milan facendo, con molta probabilità, il 4° attaccante, o giocare con continuità, in vista degli Europei 2012, in un’altra squadra.

Nuovi importanti arrivi permetterebbero ad Allegri di far riposare i giocatori chiave in vista delle partite più decisive, potendone schierare altri, di altissimo livello tecnico potenzialmente titolari, al fianco dei cosiddetti intoccabili. Lo scopo della dirigenza rossonera è di arrivare ai livelli delle grandi in Europa, come il Barcellona o il Real Madrid. Mister Allegri si è già dimostrato disponibile nei confronti della società e dello spogliatoio, non avrebbe problemi a gestire nuove stelle, in una squadra che, di costellazioni, ne ha davvero tante.

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it