I sentimenti valgono più di 10 mln l'anno

MILAN, LA DURA SCELTA DI GATTUSO – Durante un’intervista per la Gazzetta dello Sport Gennaro Gattuso ha spiegato le ragioni per cui non ha accettato l’offerta da 10 milioni di euro a stagione da parte dell’Anzhi, una decisione difficile che rispecchia il carattere forte del giocatore rossonero, una scelta di cuore più che di denaro. La prima domanda per Gattuso riguarda la veridicità dell’incontro e dell’offerta ricevuta dal Club Russo: ”Intorno al 20 febbraio di quest’anno, a Mosca. Eravamo a cena, io, Kerimov, qualche persona dello staff e German Tkachenko, l’uomo mercato dell’Anzhi che è stato anche a Milano per la trattativa con Eto’o. Abbiamo parlato dell’offerta, del Daghestan, delle misure di sicurezza: sono stato ospite a casa sua”. Tutto vero, insomma, ma il centrocampista ha deciso di rimanere al Milan: ”Da ragazzo una scelta così, un’esperienza forte all’estero, si può fare. Io però ormai ho una famiglia, e non mi andava di spostare i bambini dall’Italia. Poi l’Anzhi voleva chiudere subito, mi chiedeva di andare in Russia a febbraio, abbandonando il campionato italiano in corso”. Non dev’essere stato facile ma quando in gioco non ci sono soltanto denaro e egoismo ma tanti sentimenti la scelta risulta molto più semplice di quello che appare.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it