L'uomo dalle grandi motivazioni

MILAN, LA FORZA DELLE MOTIVAZIONI – Motivazioni, testa, cuore e voglia di vincere, queste le parole chiave per affrontare la prima giornata di campionato contro una Lazio sicuramente competitiva e pericolosa. Giocatori come Amauri, Hernandez, Cissé e Klose non si risparmieranno e scenderanno in campo per lottare con tutte le loro forze pur di mettere in difficoltà il Milan dei campioni d’Italia 2011. Diciotto scudetti alle spalle gravano sulla testa della squadra data da tutti come indiscussa favorita, un peso che non può destabilizzare un ambiente abituato a vincere e sicuro delle proprie capacità. Le parole di Massimiliano Allegri, in conferenza stampa a Milanello, sono state chiare: “Domani sarà importante scendere in campo con le giuste motivazioni, con la testa giusta vincere” . Sarà sicuramente una partita decisiva, non perché sia la prima, non perché sia contro la Lazio ma perché dà il via a una nuova stagione in cui il Milan deve dimostrare di essere ancora più grande rispetto alla scorsa. “Speriamo che quest’anno sia peggiore rispetto al prossimo” aveva detto Allegri dopo l’ultima partita del 2011 (Milan-Cagliari), dovrà essere così. Non importa nemmeno che martedì i ragazzi debbano scendere in campo per la prima partita di Champions League contro un Barcellona decisivo e difficile da battere, non importa perché quello che conta adesso è solo giocare bene alle 20.45 del 9 settembre. Una sconfitta affosserebbe il morale e la sicurezza andrebbe scemando. Vincere domani darebbe quelle motivazioni e quella sicurezza di cui la squadra ha bisogno per affrontare il resto della stagione. Vincere contro la Lazio servirebbe a dimostrare a sé stessi di essere quel Milan che tutti temono e che deve crescere ancora, ad ogni costo.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it