MILAN-LAZIO VOTI E PAGELLE CORRIERE DELLO SPORT – Di seguito trovate i voti e le pagelle pubblicati da Il Corriere dello Sport per la partita Milan-Lazio. Ricordiamo che la gara si è conclusa con il risultato di parità, 2 a 2. Le reti sono state siglate da Cissè e Klose per i capitolini e da Ibrahimovic e Cassano per i rossoneri.

MILAN

7,5 Cassano -Firmal’assistper l’ 1- 2 di Ibra e poi il gol del pareggio. Fallisce il 3- 2 a inizio della ripresa, al 18’ colpisce anche il palo. Ma Cassano si è visto tanto e bene anche in fase di copertura, quando è rientrato anche al limite della difesa.

6,5 Thiago Silva -Sbigottito e incredulo cerca di fare da… balia a Nesta fino a quando non si riprende dal suo iniziale stato confusionale.

6 Abate -Soffre Cisse in fase di copertura, ma riemerge nel secondo tempo quando è più deciso nella corsa e preciso negli appoggi offensivi.

6 Van Bommel -Subentra a Gattuso, ma l’olandese non è in grandissima serata. Viene ammonito quasi subito, attenua l’aggressività e si limita a controllare il cerchio di centrocampo.

6 Ambrosini -Tiene dritta la barra del timone quando il Milan sembra affondare sullo 0-2. Si trasforma in centravanti per cercare il gol della rimonta.

6 Aquilani -Lanciato alla perfezione da Ibrahimovic, si fa anticipare in uscita da Bizzarri. Si perde anche lui nel marasma dopo l’uno-due laziale ma poi innesca l’azione del gol di Ibra e serve, direttamente su calcio d’angolo, il pallone sulla testa di Cassano. Nella ripresa acquista ancora più confidenza, cresce il rendimento.

6 Nocerino -Prende il posto di Aquilani. Buon esordio: conquista un gran numero di palloni.

6 K.P. Boateng -Indistruttibile (anche quando gli esce la spalla rischiando la sostituzione) copre una fetta enorme di campo.

6 Ibrahimovic -Rianima il Milan alla mezz’ora, cerca ripetutamente il secondo gol personale, ma è un po’ troppo falloso e nervoso. Fallisce il colpo della vittoria, merito anche di Bizzarri, a pochi minuti dalla fine.

6 Antonini -Si sacrifica molto sulla fascia sinistra, conquista palloni importanti.

5,5 Abbiati -Impossibile neutralizzare il tiro-gol di Klose e il colpo di testa di Cisse. Avventata l’uscita sul francese, neutralizzato da Nesta.

5,5 Allegri (all.) -Fa riflettere la falsa partenza in campionato. Nesta lo tradisce, ma Cassano gli regala una serata da Champions League.

5 Nesta -Inguardabile e irriconoscibile per metà del primo tempo. Klose lo cancella dall’area di rigore con uno controllo magistrale. L’ex-laziale perde la bussola anche quando si scontra con Gattuso al limite dell’area, commettendo un altro grave errore sullo stacco aereo di Cisse per il gol del 2- 0. Continua a perdere colpi anche nel secondo tempo, ma si riscatta salvando miracolosamente il potenziale 2-3 su Cisse lanciato
a rete.

LAZIO

7 Cisse -A sinistra cerca di dare la scossa sfruttando il suo scatto in profondità, fa male al Milan perché appena si piazza in area svetta come un’aquila, salta in testa a Nesta, e mette in rete il pallone del raddoppio. Di testa è fortissimo. In contropiede vola a un soffio dal tris. Ultimi venti minuti da centravanti.

7 Bizzarri -All’esordio con la Lazio in campionato, dove non giocava da più di due anni. Esce bene su Aquilani e mette in angolo il destro di Boateng, ma è in leggero ritardo sul colpo di testa di Cassano. Salva il risultato su Ibra.

6,5 Klose -Lo guardi e lo cerchi per 12 minuti, quando Miro si presenta sulla scena della serie A da fenomeno: stop di destro in corsa, pallone sul petto, Nesta saltato come un ragazzino, e sinistro in rete. Eurogol. Il tedesco fallisce di piatto il raddoppio. E poi si spegne, sfinito dalla stanchezza. Reja lo richiama, inserendo Gonzalez.

6,5 Konko -Molto bene il francese, quando può si sgancia con efficacia. Inventa un pallone da gol che Hernanes spreca. Il suo valore non si discute: se terrà fisicamente, diventerà un ottimo acquisto.

6,5 Biava -Non sbaglia un colpo, il migliore sulla linea difensiva. Intercetta palloni impossibili.

6,5 Mauri -Da ala destra si deve girare a compasso su se stesso per vedere il gioco, ma ci riesce benissimo perché si ripresenta con due assist bellissimi che Klose e Cisse trasformano in gol. Sostituito da Lulic, che lo fa rimpiangere.

6 Hernanes -Corre, sgomita, tocca tanti palloni e gioca con un’intensità mai vista nella passata stagione. Questa è la notizia più bella. Peccato per il gol fallito di sinistro, il Profeta cala e nel finale lascia il posto a Matuzalem.

6 Brocchi -Si sdoppia in un lavoro massacrante. Ha la meglio su Gattuso, con Ambrosini diventa più dura, ma tiene sino in fondo.

6 Reja (all.) -Parte con il 4-2fantasia e per venti minuti si vede una Lazio da scudetto, ma nella ripresa si torna alla mentalità provinciale di sempre.

5,5 Gonzalez -Molto dinamismo, ma la foga a volte lo tradisce.

5,5 C. Ledesma -Deve dare equilibrio e sprecare pochi palloni, questo è il suo compito nel centrocampo di una squadra spaccata in due. Soffre la ripresa.

5,5 Dias -Non convince in pieno il brasiliano, che ci aveva abituato a prestazioni super. Debutto al di sotto delle sue possibilità.

5 Zauri -Viene coinvolto nelle azioni dei due gol rossoneri: non arriva sul lancio filtrante di Aquilani, tenendo in gioco Cassano, prima del gol di Ibra. Si fa anticipare di testa dal barese sul 2-2.

L’arbitro Rocchi 6 -Prestazione sopra la sufficienza.

La redazione di Milanlive.it