Milan » Milan News » Milan, Ibrahimovic-Cassano: sfida interna a suon di gol e assist

Milan, Ibrahimovic-Cassano: sfida interna a suon di gol e assist

IBRAHIMOVIC CASSANO – Alla faccia del mal di pancia! Cosi’ probabilmente il principe Antonio de Curtis, in arte Totò, apostroferebbe gli sviluppi del caso Cassano-Ibra. L’indomani dei presunti quesiti esistenziali delle due stelle rossonere, è giunta la prova che ha smentito tutto: 3 a 0 contro la bestia nera Palermo, Cassano in gol, Ibra strepitoso uomo assist. E’ proprio sulla ricerca del passaggio vincente che si potrebbe instaurare una sfida interna tra i due. Ibra ha sempre preferito finalizzare, ma da quando veste rossonero l’assist smarcante e spettacolare ha guadagnato punti per lo svedese. E la predisposizione è evidente.

Il talento di Bari Vecchia invece ha sempre avuto l’assist nel sangue, soprattutto ai tempi della Samp, quando Giampaolo Pazzini è corso a ringraziarlo spesso e volentieri dopo le sue preziose invenzioni.
Ora i due si sfidano a colpi di assist e le cifre sono sbalorditive: Fantantonio ha servito Ibra, Aquilani ed El Shaarawy (contro Lazio, Napoli ed Udinese) mentre Ibracadabra ha mandato in porta Robinho nello scorso match e proprio il barese contro il Viktoria Plzen. In totale i due hanno confezionato una somma di 23 assist in rossonero: 12 lo svedese, 11 lo sregolato fantasista, con la differenza che quest’ultimo ne sforna uno ogni 163’ contro i 337’ necessari ad Ibra. Pato e Robinho ringraziano.

Intanto per Allegri è ancora tempo di scelte per la gara europea di mercoledì contro i bielorussi del Bate Borisov, squadra nota agli appassionati poiché in una sfida valida per la Coppa Uefa 2001-02, tale Vitali Kutuzov fece ammattire un certo Paolo Maldini e fu acquistato immediatamente dai rossoneri salvo poi rivelarsi un bidone. Tornando al presente, i dubbi di Allegri si concentrano sull’attacco: il favorito per il turno di riposo è Antonio Cassano, ultraspremuto da inizio stagione, anche se proprio il barese nell’ultima partitella ha affiancato Robinho nella formazione “titolare”.

Davide Capogrossi – Milanlive.it