Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Del Piero in rossonero, più di una semplice boutade…

Calciomercato Milan, Del Piero in rossonero, più di una semplice boutade…

CALCIOMERCATO MILAN- 284 reti in 682 partite con 15 trofei vinti da capitano in 19 stagioni. Numeri impressionanti, che tuttavia non possono spiegare quello che ha rappresentato Alessandro Del Piero per la Juventus e per il calcio italiano. Una delle bandiere in via di estinzione in un calcio dominato dai soldoni, dalle tv e dagli sponsor. Andrea Agnelli lo ha freddamente ringraziato per il suo lavoro svolto ed ha annunciato il triste addio di Alex: nonostante lo stesso capitano bianconero avesse anticipato la società già nel maggio scorso, i tifosi non hanno apprezzato i tempi, modi e luoghi dell’annuncio ufficiale. Del Piero continua ad allenarsi a Vinovo con la professionalità che lo ha sempre contraddistinto, ma nel frattempo si è scatenata una bagarre per assicurarsi le sue ultime prestazioni. Un trasferimento importante sia a livello tecnico che mediatico e sono proprio i club più ricchi ad essersi fatti avanti per primi: dagli svizzeri del Sion, alle franchigie Usa, passando per i magnati russi e i migliori club della Premier League. Tutti vorrebbero Del Piero in squadra, ma la trattativa non è semplice. Il passaggio ad un altro club italiano è meno probabile: circolano voci di un possibile ritorno nella sua Padova, ma il ds dei veneti Rino Foschi ha smentito prontamente. L’altro nome, alquanto suggestivo, è quello del Milan. Il presidente Berlusconi è un fan dichiarato di Pinturicchio.”Del Piero è un campione straordinario, magari potesse concludere la sua carriera al Milan…” -aveva dichiarato il premier lo scorso novembre. Anche Alessio Tacchinardi, ex bandiera bianconera ed attuale allenatore nelle giovanili del Pergocrema, conferma gli ottimi riguardi di Berlusconi verso Alex:” Tra Alex e Berlusconi c’è sempre stata simpatia, ma io spero che Del Piero chiuda la sua esperienza in Italia alla Juve e che vada al massimo all’estero. Non potrei vederlo con un’altra maglia in Italia – ha proseguito Tacchinardi durante la trasmissione “Campionato dei Campioni” su Odeon – all’estero sarebbe diverso. Mi sono stupito del comportamento di Andrea Agnelli nei confronti di una bandiera come Del Piero. Non ho sentito Alex ma lo farò sicuramente nei prossimi giorni”. Un matrimonio difficile ma non impossibile, con i contorni del clamoroso. Una soluzione vicino a casa e per di più prestigiosa. Ieri Adriano Galliani ha confessato:”E’ il mio più grande rammarico: avrei potuto prenderlo nel 1992, quando poi è passato dal Padova alla Juventus. Costava 5 miliardi di lire – ha precisato l’amministratore delegato del Milan- e non me la sono sentita di acquistarlo. Mi dispiace molto perché è stato un grandissimo giocatore”. Tutto vero, tranne il passato prossimo utilizzato da Galliani. Del Piero è ancora un gran giocatore e chissà se a distanza di 18 anni il Milan non riesca a mettere a segno il colpo mancato.

Davide Capogrossi – Milanlive.it