ROMA MILAN – Alla vigilia della supersfida fra Roma e Milan parla il grande ex del match, Philippe Mexes. Il transalpino potrebbe scendere in campo per qualche minuto dopo Bate Borisov e Parma. All’Olimpico sa già che accoglienza troverà: «I fischi a Roma li ho presi anche quando giocavo con quella maglia – dice a La Gazzetta dello Sport – ma non ho rancore. Non è cattiveria, è solo il loro modo molto passionale di vivere il calcio. Diciamo che i fischi me li aspetto, però spero che alla fine arrivino gli applausi». Sul suo addio ai giallorossi: «Non lo considero un divorzio, sono stati sette anni bellissimi, ma a un certo punto è cambiato tutto in società e non si è parlato del mio rinnovo. Poi ho avuto un infortunio molto grave e da aprile non ho più giocato. Spiace solo non aver potuto lasciare la Roma con un bell’addio, ma tutto quello che ho vissuto lì mi è rimasto nel cuore». Per rivedere Mexes al 100% manca ancora qualche settimana: «Credo che tra due, tre settimane al massimo sarò pronto per reggere un’intera partita. Ho ancora bisogno d’allenarmi per essere al top». Infine, sui suoi compagni di reparto: «Thiago è il più forte difensore al mondo, quando ti alleni con lui e con Nesta puoi solo imparare e migliorare. Poi ci sono anche Bonera e Yepes: siamo in tanti a giocarci la maglia per il ruolo di centrale, ma la concorrenza per me è uno stimolo. Starò qui almeno per quattro anni, ma voglio dare il mio contributo subito».

La redazione di Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it