Gli olandesi Seedorf e Van Bommel (in foto).

SERIE A 15^ GIORNATA ANDATA – Risultato finale: Bologna – Milan 2-2

BOLOGNA (4-3-2-1): Gillet; Crespo, Raggi, Portanova, Morleo; Casarini, Mudingayi, Kone; Diamanti, Ramirez; Di Vaio.
A disposizione: Agliardi, Garics, Loria, Khrin, Perez, Gimenez, Acquafresca. All.: Pioli.

MILAN (4-3-1-2): Amelia; Abate, Thiago Silva, Yepes, Antonini; Aquilani, Van Bommel, Seedorf; Boateng; Pato, Ibrahimovic.
A disposizione: Roma, Mexes, Bonera, Taiwo, Ambrosini, Emanuelson, Robinho. All.: Allegri.

Marcatori: Di Vaio 11′ ; Seedorf 16′ ; Ibrahimovic 72′ (R.); Diamanti 73′.
Ammoniti: Aquilani, Antonini, Yepes; Ramirez, Kone, Diamanti, Perez.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: MARCO DI VAIO !!

VOTI E PAGELLE FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

BOLOGNA
GILLET
voto: 6 |

CRESPO voto: 5.5RAGGI voto: 6 PORTANOVA voto: 5 MORLEO voto: 5 |

CASARINI voto: 5-MUDINGAYI voto: 6-KONE voto: 6+ |

DIAMANTI voto: 6.5RAMIREZ voto: 6+ |

DI VAIO voto: 7 |

ALL. PIOLI voto: 6.5 |

MILAN
AMELIA 4.5: Costa i 3 punti alla sua squadra non respingendo un tiro dal limite di Diamanti col destro che non è neppure il suo piede preferito.

ABATE 5.5: Per la voglia e la generosità meriterebbe la sufficienza ma quando arriva in zona offensiva non riesce mai ad essere decisivo.

T.SILVA 5.5: Prima insufficienza della stagione per il leader della difesa che oggi non era al top della condizione.

YEPES 5: Soffre la velocità dei tre attaccanti del Bologna ed è costretto sempre a rincorrere. Viene ammonito al 53′ per un fallo inutile nel cerchio del centrocampo. Si fa male dopo uno scatto su Ramirez ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Dal 61esimo BONERA, voto 5+: entra quasi a freddo in partita non riuscendo a dare tanta sicurezza alla squadra. Soffre maledettamente la grande condizione di un ritrovato Di Vaio.

ANTONINI 5: Corre, si impegna, lotta, ma arrivato ai 30 metri cosa fa? Non punta mai l’avversario, non cerca l’uno-due col compagno e ala fine è sempre costretto a concludere l’azione o lanciando lungo o cedendo il pallone al compagno più vicino.

AQUILANI 5: Primo tempo nel quale il centrocampista romano sembra poter avere la giusta intuizione per sbloccare il match ma con il passare dei minuti si spegne e viene meno tutto il gioca dei campioni d’Italia.

VAN BOMMEL 4.5: Lento, impacciato e senza idee. In fase di possesso, se supera il centrocampo, sbaglia la verticalizzazione; se resta bloccato in mezzo al campo rallenta vistosamente l’azione offensiva. In fase difensivo è quasi nullo.

SEEDORF 5.5: Sfiora la sufficienza solo per il grandissimo gol segnato con un destro dal limite dell’area al 16′ che riporta il match in parità dopo il vantaggio di Di Vaio; per il resto non riesce a dare la qualità necessaria alla squadra per recare danno alla difesa bolognese. Soffre, in fase di non possesso, la velocità di Diamanti e Ramirez. Dal 67esimo EMANUELSON, voto 5.

BOATENG 6+: L’unico che riesce a dare imprevedibilità in mezzo al campo. Per tutto il primo tempo è il solo a tentare di creare qualcosa; E’ per metà suo il gol del pareggio di Seedorf, servito dal Prince rossonero dopo aver saltato con due fantastiche finte due avversari. Nella seconda parte di gara gli viene concesso meno spazio in mezzo al campo ed è costretto ad allargarsi sulla fascia sinistra e a tentare invano scatti in profondità

IBRAHIMOVIC 6: Il rigore e poco più. Non è il solito Ibrahimovic tutto classe e altruismo. Quando gioca al fianco di Pato perde molto della sua imprevedibilità, il motivo è a noi sconosciuto. Firma il gol del momentaneo vantaggio al 72′ su rigore che lui stesso, furbescamente, si era procurato. Resta il rammarico per la traversa che colpisce al 3′ su punizione: chissà come sarebbe andata a finire la partita se fosse entrato quel capolavoro balistico.

PATO 4: Non dribbla, non scatta, non si muove senza palla; non gioca né per se stesso, né per la squadra. Un fantasma per tutto il tempo che è in campo. Prestazione inspiegabile per un ragazzo che ci ha abituato a essere decisivo quando serve. Dal 77esimo Robinho, voto 5.5.

ALL. ALLEGRI 5: Sarebbe bastato evitare il gol del 2-2 e saremmo stati tutti felici e contenti. Risultato pieno ma brutta prestazione. Purtroppo o per fortuna non è andata così. Ormai è un difetto che questo nuovo Milan si porta dietro. Senza il bel gioco non riusciamo a battere neppure una provinciale; con tutto il rispetto per il Bologna che è stato messo in campo da mister Pioli con grande intelligenza e acume tattico. Caro mister Max, ma siamo sicuri che un certo Pippo Inzaghi, meglio conosciuto come “la storia”, non sarebbe servito in queste occasioni?

Giacomo Giuffridawww.Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it