CALCIOMERCATO MILAN – L’ad della Juventus Beppe Marotta protagonista di un’intervista con il quotidiano di casa Tuttosport. Si parla in particolare della rivalità con il Milan sia sul campo quanto sul terreno impervio del mercato.

Cos’ha il Milan in più della Juventus?
«Un sistema societario radicato negli anni, consolidato da un ventennio: il che permette di operare secondo programmi a lunga scadenza. Nel tempo hanno costruito una rosa e ora inseriscono pochi campioni alla volta. Quello a cui vorremmo arrivare noi fra qualche anno. Nel calcio esistono da sempre i cicli, con la stabilità il Milan in fondo è riuscito a sfumare al meglio la transizione tra l’uno e l’altro».

Com’è giocarsi lo scudetto con i suoi “amici” del Milan?
«Con Galliani c’è stima, rispetto e lunga conoscenza, ma non siamo proprio “amici”. Con Braida è diverso perché siamo proprio cresciuti insieme nel Varese».

Vi siete scambiati sfottò e messaggini?
«No, in realtà non molti. La verità è che adesso dobbiamo tenerci per noi i nostri segreti. una volta parlavamo più apertamente».

Rosicano per Pirlo?
«Non lo so… Diciamo che io me lo godo».

E adesso prova il bis con Borriello, che in fondo è un altro che loro hanno scartato…
«Vediamo, vediamo…».

La redazione di Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it