Milan » Milan News » 17^ Giornata Serie A, Atalanta-Milan 0-2: voti e pagelle del match

17^ Giornata Serie A, Atalanta-Milan 0-2: voti e pagelle del match

La grinta di ZLATAN !!

SERIE A 17^ GIORNATA D’ANDATA – Risultato finale: Atalanta-Milan 0-2

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Masiello, Ferri, Manfredini, Peluso; Schelotto, Cigarini, Carmona, Padoin; Marilungo; Denis.
A disposizione: Frezzolini, Bellini,Minotti, Lucchini, Bonaventura, Gabbiadini, Moralez. All.: Colantuono.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Mexes, Thiago Silva, Zambrotta; Boateng, Van Bommel, Nocerino; Emanuelson; Pato, Ibrahimovic.
A disposizione: Amelia, Antonini, Nesta, Carmona, El Shaarawy, Robinho, Inzaghi. All.: Allegri.

Marcatori: Ibrahimovic 22′ (Rig.); Boateng 82′.
Ammoniti: Boateng, Bonera, Carmona, Manfredini, Cigarini, Denis.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE:  THIAGO SILVA & ZLATAN IBRAHIMOVIC !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

ATALANTA

CONSIGLI voto: 6 |

MASIELLO voto: 6 | FERRI voto: 5 | MANFREDINI voto: 4.5 | PELUSO voto: 5 |

SCHELOTTO voto: 5 (Gabbiadini, s.v.) | CIGARINI voto: 6 | CARMONA voto: 6 (Bonaventura, s.v.) | PADOIN voto: 5 |

MARILUNGO voto: 5 (Dal 56′ Tiribocchi, s.v.) | DENIS voto: 5.5 |

ALL. COLANTUONO voto: 6 |

MILAN

ABBIATI 6.5: Due soli tiri in porta da parte degli avversari: uno su punizione che neutralizza con facilità, il secondo con una botta da fuori di Cigarini che l’estremo difensore rossonero respinge non senza qualche difficoltà, disturbato anche dal sole. Per il resto, sempre puntuale nelle uscite aeree, e sicuro coi piedi.

BONERA 6: Fa il suo dovere senza strafare. Arriva un paio di volte sul fondo senza creare pericoli; fase difensiva senza troppi pensieri eccetto in un paio di accelerazioni di Padoin che lo costringe a usare le maniere forti che portano all’ammonizione già al 27esimo minuto del primo tempo.

MEXES 6.5: Commette forse troppi falli per arginare Denis. Cerca sempre  l’anticipo, e a lungo andare annulla completamente ogni tentativo di andare in gol dell’unica punta bergamasca.

T.SILVA 7.5: Le parole per descrivere le sue prestazioni in campo, sono finite da tempo. Qualunque cosa che si dice, si legge o si scrive rischia di essere ripetitiva; ma quando ci si trova di fronte a certi giocatori, è questo il rischio che si corre. Perfetto in ogni intervento, non concede nemmeno mezzo centimetro al suo diretto avversario che deve arrendersi di fronte al più forte difensore del mondo.

ZAMBROTTA 6+: Nel primo tempo attacca sempre la profondità e va sul fondo molto frequentemente. Nella seconda parte di gara soffre per il primo quarto d’ora l’intraprendenza di Schelotto che via via si spegne. Ordinaria amministrazione per l’ex Barcellona nel finale di gara.

"PRINCE" e la sua gioia !!

BOATENG 7: Non eravamo abituati a vederlo giocare nei tre di centrocampo ma anche in quella posizione gioca in maniera sublime. Grande corsa e pressing alto in fase di non possesso; invidiabile tranquillità e classe quando si trova il pallone fra i piedi. Si libera del pressing avversario con una facilità disarmante ed è subito pronto all’inserimento. Inserimento che lo porta al gol all’82’ su assist da destra di Ibrahimovic; palla sotto la traversa e testa subito proiettata al derby contro l’Inter della settimana prossima.

VAN BOMMEL 6.5: Grande prova dell’olandese che si fa trovare sempre pronto in fase difensiva e maggiormente dinamico e sicuro in fase di possesso. Non soffre il pressing degli avversari che lo riempiono di pedate e interventi più o meno pericolosi quando prova a creare la manovra d’attacco. E’ l’allenatore in campo, detta i tempi e richiama i compagni a maggiore compattezza fra i reparti. Tatticamente unico.

NOCERINO 6+: Ormai fa notizia quando non va in gol, ma gioca sempre la sua ottima partita. Sempre pronto al raddoppio su Schelotto che viene contenuto in maniera pressoché perfetta. Grande qualità palla al piede in fase di uscita, e buona spinta in fase offensiva che lo porta però vicino al gol solo sul finale di gara.

EMANUELSON 6.5: Una delle prime prove convincenti dell’olandese. Ricopre il ruolo di trequartista con grande tranquillità e voglia, forse quello che gli è mancato nelle precedenti partite. Ora bisogna continuare su questa strada e convincere il mister con altre prove d’alto livello come questa.

PATO 6+: Voglia, grinta e cattiveria non gli mancano (finalmente) ma dovrebbe essere maggiormente imprevedibile in ciò che fa. Tentare la conclusione subito dopo un dribbling o provare un movimento in profondità alle spalle del difensore per aprire la difesa avversaria. Resta comunque positiva e sufficiente la prova del numero 7 rossonero che si procura il rigore al 22esimo minuto per netto fallo di Manfredini e colpisce un clamoroso palo di testa al 53esimo su cross di Emanuelson. Pato comunque dovrà giocarsi una maglia da titolare, tutt’altro che sicura, in vista del derby della settimana prossima dimostrando al mister di essere più utile alla causa rispetto ad un altro suo compagno.

IBRAHIMOVIC 7.5: Quando decide di accelerare l’azione puntando l’avversario, crea sempre un pericolo. Gioca di fino e molto distante dalla porta per la maggior parte del tempo, ma quando si allarga e punta verso la porta è la fine per gli avversari. Al 22′ dribbla due giocatori da sinistra, mette in mezzo per Pato che si procura un netto rigore che Ibra trasforma. Al 77′ va vicinissimo al gol con un tiro al volo che Manfredini devia miracolosamente in angolo. Ma è all’82esimo la magia che mette il sigillo alla gara. Stop a seguire da destra, mette in mezzo un pallone delizioso che Boateng deposita in rete. Segna e fa segnare, Ibrahimovic è pronto!

Vittoria ampiamente meritata!

ALL. ALLEGRI 6: Vittoria fondamentale per il suo Milan che è arriva al derby contro l’Inter da primo in classifica. Una buona, ma non esaltante prestazione contro l’Atalanta che non convince sul piano del gioco perché per troppo tempo i rossoneri hanno subito la pressione dei padroni di casa che comunque hanno concluso solo due volte in porta senza troppi pericoli eccetto per un palo di Denis in mischia. Restano comunque 3 punti fondamentali e la consapevolezza di avere due mostri in squadra: Ibrahimovic e Thiago Silva.

Giacomo Giuffridawww.Milanlive.it