SQUALIFICA IBRAHIMOVIC – Mino Raiola, agente di Ibrahimovic, ha commentato la recente squalifica del proprio assistito intervistato da Tmw: “Mi sembra che anche dalla parte di Aronica, se non mi sbaglio, sia stato detto che non c’è stato niente di violento, tanto che il giocatore del Napoli non si era accorto che veniva da Ibra. Se lo dice la vittima, non vedo perché i giudici debbano giudicare il gesto di Ibrahimovic come violento, non so proprio il perché. Forse erano juventini (sorride, ndr)… Non è stata fatta giustizia e spero che in appello ci sia, altrimenti non saprei più cosa pensare. La speranza è l’ultima a morire, è noto che ho poca fiducia nella Federazione ma spero che almeno i giudici usino equità”. Poi Raiola ha concluso ribadendo: “Zlatan deve rendersi conto che è un grande giocatore, ma dovendolo sanzionare a volte a campioni come lui si danno purtroppo tre giornate. Però ripeto, se la vittima non parla di violenza, non vedo perché dovrebbero farlo i giudici. E’ chiaro che non è così, stanno commettendo un’ingiustizia”.

La redazione di Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it