Milan » Milan News » Milan-Juventus 1-2, Tim Cup, Allegri: siamo ancora favoriti

Milan-Juventus 1-2, Tim Cup, Allegri: siamo ancora favoriti

MILAN-JUVENTUS 1-2, TIM CUP, ALLEGRI – Arriva un’altra sconfitta, guarda caso contro una grande, guarda caso contro la nostra diretta avversaria per lo scudetto 2012; ecco le parole di Allegri dopo la sconfitta: “La situazione infortunati non cambia, non li recuperiamo a breve, dobbiamo stare sereni e lavorare con questi, dobbiamo fare il massimo così e credere ancora di poter arrivare in finale. Non deve influire sul campionato, abbiamo solo un giorno per preparare Udine e poi preparare la Champions, dobbiamo solo lavorare. Domani valuto Abate che ha una caviglia indolenzita era fermo per questo, una precauzione, Abbiati dovrebbe essere a disposizione, vedremo per Nesta, non avremo comunque ne Ibrahimovic ne Van Bommel. Quando non vinci devi migliorare alcune cose per forza, è normale che dopo tre partita così bisognerà lavorare ancora di più ma mettere da parte queste sconfitte perché il valore della squadra non è cambiato. Dopo il gol abbiamo avuto una reazione, dobbiamo essere noi ad aggredire l’avversario, abbiamo fatto un buon secondo tempo. Non faccio cambi tanto per farli, non avevo centrocampisti, solo un ragazzino del ’95, ho inserito altre due punte ma altro non potevo fare. Ho parlato l’altro ieri con il Presidente e non mi ha detto niente in riferimento alla mia espulsione. La Juventus insieme a noi è favorita per lo scudetto, il Campionato è lungo, quando avremo tutti i giocatori a disposizione torneremo competitivi e riusciremo sicuramente a fare una grande partita di rientro. Abbiamo preso un contropiede e siamo rimasti spiazzati, sul primo gol c’era stato anche un mezzo fallo, il secondo era evitabile.”

ALLEGRI Ai microfoni della Rai: “ Il secondo gol l’abbiamo preso in modo ingenuo, può capitare, dispiace ma comunque sappiamo di avere tanti giocatori fuori e dobbiamo cercare di non perdere ancora. Non abbiamo pressione, conosco la forza della mia squadra, dobbiamo solo lavorare e stare sereni, siamo ancora a un punto dalla Juventus, abbiamo lo scontro diretto e la partita non è ancora chiusa, siamo ancora in corsa. Abbiamo concesso troppe ripartenze, dovevamo stare più attenti, l’avevamo raddrizzata ma poi siamo stati puniti su contropiede. Pirlo ha fatto una buona prestazione, ha esaltato le sue qualità”

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it