Milan » calciomercato milan » Milan: l’osservato speciale in diretta dal Chelsea, il flop e i sogni spagnoli

Milan: l’osservato speciale in diretta dal Chelsea, il flop e i sogni spagnoli

MILAN, VINCERE, CONVINCERE E STUPIRE – Sarebbe un colpo grosso quello che potrebbe essere effettuato dalla società di Via Turati 3 per l’apertura del mercato di giugno, sarebbe un colpo inaspettato anche per le sue connotazioni numeriche, soprattutto per l’età. Stiamo parlando di Didier Drogba, classe 1978, attaccante dalle grandi qualità fisiche e tecniche, osservato speciale dell’illustre amministratore delegato rossonero. Galliani, infatti, non ha nascosto l’interessamento per l’ivoriano che, probabilmente sotto pressione e desideroso di far bella figura, si è messo in luce con la sua miglior partita stagionale, durante il ritorno di Champions League contro il Napoli. Anche Drogba, come Ibrahimovic, ha bisogno di sentirsi in “serata” per esprimersi al meglio, deve riuscire a trovare le motivazioni e la voglia di vincere ma, fatto questo, non ce n’è davvero per nessuno e, in quest’ottica, potrebbe diventare utile alla rosa del Milan 2012/2013. Bisognerà valutare quali saranno le decisioni che la società applicherà in riferimento ai rinnovi contrattuali e ai tesseramenti di altri giocatori in arrivo dal suolo internazionale; ricordiamo che tutti i giocatori del Milan al di sopra dei 30 anni non hanno potuto usufruire di contratti superiori a 12 mesi, motivo per il quale Pirlo ha deciso di abbandonare la maglia per vestire quella della Juventus, non credo che per Drogba si faranno eccezioni. Brutta prestazione, invece, per Torres, uomo dal cartellino e dall’ingaggio stratosferici rivelatosi un flop micidiale essendo regredito in maniera drastica dopo lo stop per infortunio; in quest’ottica il Milan dovrebbe aver gelato e fermato il suo desiderio di portarlo a Milanello. Resta l’interesse per Balotelli e Tevez, due giocatori che, abbinati, non credo possano trovare il giusto feeling, soprattutto in considerazione del fatto che al Milan, di “prima donna”, c’è già Ibrahimovic: 3 sarebbero troppe!  Da non dimenticare l’offerta che il Real Madrid avrebbe lanciato proprio allo svedese e, conoscendolo, dobbiamo tenere in considerazione la valutazione che il giocatore stesso farà sul contratto e sul possibile ed eventuale trasferimento in Spagna.

Siamo a metà marzo ma le trattative iniziano a sentirsi, aspettiamo che il gioco di mercato si faccia interessante per scoprire cosa realmente bolle in pentola.

 

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it