Milan » Milan News » Coppa Italia Semifinale ritorno, Juventus-Milan 2-2: voti e pagelle del match

Coppa Italia Semifinale ritorno, Juventus-Milan 2-2: voti e pagelle del match

COPPA ITALIA | SEMIFINALE DI RITORNO – Risultato finale: Juventus-Milan 2-2 (dopo tempi supplementari: 1-2 nei 90 minuti). JUVENTUS IN FINALE DI COPPA ITALIA.

JUVENTUS (4-3-3): Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Giaccherini; Pepe, Del Piero, Vucinic.
A disposizione: Manninger, Caceres, Estigarribia, Marchisio, Padoin, Quagliarella, Borriello. All.: Conte.

MILAN (4-3-1-2): Amelia; Antonini, Mexes, Thiago Silva, Mesbah; Aquilani, Seedorf, Muntari; Emanuelson; El Shaarawy, Ibrahimovic.
A disposizione: Abbiati, Bonera, Yepes, Ambrosini, Gattuso, Maxi Lopez, Inzaghi. All.: Allegri.

Marcatori: Del Piero 28′; Mesbah 50′; Maxi Lopez 81′; Vucinic 96′ (1° tempo supplementare).
Ammoniti: Muntari, Aquilani, Seedorf, Mexes, T.Silva, Vucinic, Borriello, Vidal, Storari.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: MIRKO VUCINIC – MAXI LOPEZ

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

-JUVENTUS-
| STORARI
voto: 6 |

| LICHTSTEINER voto: 5 (Dal 90esimo CACERES voto: 6.5)| BONUCCI voto: 6- | CHIELLINI voto: 6.5 | DE CEGLIE voto: 6 |

| VIDAL voto: 7 | PIRLO voto: 6.5 | GIACCHERINI voto: 7 |

| PEPE voto: 6 (Dal 63esimo MARCHISIO voto: 6)| DEL PIERO voto: 6.5 | VUCINIC voto: 8 |

| ALL. CONTE voto: 6 |

-MILAN-
AMELIA 6
: Non può nulla sui due gol presi. Salva il risultato togliendo il pallone dai piedi di Giaccherini lanciato davanti la porta al 3° minuto del primo tempo supplementare.

ANTONINI 5.5: Affronta sempre nell’uno contro uno lo scatenato Vucinic che quasi sempre lo salta ma che però non finalizza come dovrebbe. Colpevole in occasione del pareggio qualificazione di Vucinic lasciato libero di prepararsi alla botta da fuori vincente.

MEXES 6: Mistero su come sia caduto in occasione del primo gol di Del Piero…se per un fallo di quest’ultimo o sia inciampato, ma fatto sta che questo errore (o arbitrale o di Mexes) ha  condizionato gravemente la partita. Nella seconda parte di gara si fa perdonare offrendo con un cross da destra l’assist a Mesbah che in tuffo realizza l’1 a 1. Negli ultimi 10 minuti del supplementare si improvvisa attaccante con scarsi risultati.

T.SILVA 7: Resiste fino alla fine nonostante il forte dolore alla caviglia destra accusato già a metà del primo tempo e nonostante questo, blocca ogni azione avversaria che si svolgeva per lo più in contropiede. Si libera dal pressing avversario di due uomini addirittura con un colpo di tacco, roba che nel nuovo stadio bianconero non si era mai vista e chissà quando si vedrà un’altra volta.

MESBAH 6+: Sempre pronto ad avanzare su tutta la fascia sinistra mettendo costantemente in difficoltà Lichtsteiner con i suoi inserimenti alle spalle, e costringendo sempre l’esterno alto bianconero Pepe a ripiegare in difesa occupando anche la posizione di 5° difensore in linea con il terzino. In uno dei suoi inserimenti alle spalle della difesa, beffa gli avversari insaccando di testa in tuffo un perfetto cross di Mexes. Colpevole in occasione del primo gol bianconero di Del Piero.

AQUILANI 6: Buona prova dell’ex Juventus che prova sempre a creare azioni pericolose insieme a Seedorf, peccato non sia riuscito a essere maggiormente cinico in alcune occasioni. Dal 67esimo NOCERINO, voto 5.5: entra in campo quasi svogliato e appare spesso fuori ruolo non riuscendo mai a incidere né in fase di pressing, né tanto meno in fase offensiva.

SEEDORF 6.5: Rientra dopo un lungo infortunio e gioca tutti e 120 minuti, già solo per questo sarebbe da elogiare, se ci aggiungiamo il fatto che ha lottato e corso fino alla fine merita anche qualcosa di più. Prova sempre ad impostare l’azione con passaggi rasoterra coinvolgendo tutta la squadra: forse l’unico errore che può aver commesso, è stato quello di non sfruttare tutte le volte il grande spazio che i padroni di casa gli concedevano per impostare e attaccare, anche palla al piede, lo spazio. Del Piero si congratula con lui a fine gara, chiedendogli anche la maglia.

MUNTARI 6: Ammonito al primo fallo, per un intervento (non cattivo) su Lichtsteiner e da qui comincia a partire qualche protesta, giusta dato che per un fallo molto più grave di quello del Ghanese, Chiellini non è stato sanzionato dall’arbitro. Resta comunque una prestazione positiva quella del numero 14 rossonero che mette in campo grande personalità tentando spesso qualche tiro da fuori ma con scarsi risultati.

EMANUELSON 6.5: Da apprezzare la grande voglia e corsa che mette ogni volta che è in possesso palla. Fenomenale l’accelerazione durante il secondo tempo supplementare che dopo 30 metri viene fermata irregolarmente da Vidal punito solo (e ribadiamo, solo) con il cartellino giallo. A dirla tutta l’olandese ci mette oltre mezz’ora per entrare in partita dato che non riesce a trovare la posizione in campo, un po’ per colpa sua, e un po’ per meriti avversari che chiudono tutti gli spazi giocando in 11 dietro la linea del pallone. Resta in campo tutto il tempo effettivo di gioca col rammarico che con un pizzico di lucidità in più avrebbe cambiato ulteriormente l’andamento del match spostandolo definitivamente in favore del Milan.

EL SHAARAWY 5: Salta due volta con due grandi numeri Chiellini ma al di la di queste giocate, nulla di più. Dal 77esimo INZAGHI voto 6: era il momento che tutti i milanisti nostalgici aspettavano da tempo, finalmente spazio a Pippo. Peccato che dopo nemmeno un quarto d’ora il piacentino accusa dei dolori alla pancia che condizionano pesantemente i supplementari che da li a poco dovevano essere giocati obbligatoriamente dato che mister Allegri aveva esaurito le sostituzioni. Come se questo non bastasse, con il match sul punteggio di 2-2 che vedeva la Juve qualificata, il numero 9 rossonero sente dei forti dolori alla coscia destra che costringono Mexes a occupare la posizione di attaccante con scarsi risultati sia per lui che soprattutto per la squadra.

IBRAHIMOVIC 5: Non doveva essere in campo a causa della febbre e del forte mal di schiena, ma la sua voglia di giocare era più forte di ogni cosa. Peccato che non sia riuscito a fare in campo ciò che sperava e il mister lo sostituisce lasciando dentro gli spogliatoi a fine primo tempo. Dal 45esimo MAXI LOPEZ voto 7.5: entra in campo col piglio giusto mettendo il cuore in ogni cosa che fa. All’81esimo sfodera un colpo d’alta scuola: si libera con lo stop di Chiellini e salta sullo stretto Bonucci che era entrato in scivolta, e da limite dell’area fa esplodere un destro all’incrocio che ammutolisce tutto lo stadio e che sancisce la fine dell’imbattibilità bianconera in stagione nei 90 minuti. Poco prima dell’inizio dei supplementari, l’ex Catania, risente di un problema al polpaccio destro che durante i due tempi supplementari pagherà pesantemente sulla sua prestazione e soprattutto ai fini del risultato finale. Resta la grande prestazione e il grande gol (il secondo con la maglia del Milan) che però sono serviti a poco non portando il Milan nella finale tanto voluto e cercata. 

ALL. ALLEGRI 6: Fa un mezzo turn over schierando i giocatori che gli erano rimasti a disposizione e nonostante questo mette sotto per buonissima parte di gara la Juventus nel suo stadio. Resta il rammarico per la qualificazione mancata ma è da elogiare la prestazione offerta dalla cosiddette “seconde linee” che comunque hanno sconfitto (nei 90 minuti) un ottima Juventus con quasi tutti i suoi effettivi.

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it