Milan » editoriali » Milan: il mercato che non sbaglia e porta punti

Milan: il mercato che non sbaglia e porta punti

MILAN, L’INTUIZIONE FA DA PADRONA – Non è un caso che Adriano Galliani sia riconosciuto in tutto il mondo come il miglior stratega in ambito calcistico mai esistito, non è un caso proprio perché è possibile riscontrare, attraverso la sua campagna acquisti, un’intuizione davvero fenomenale. Senza tornare sul solito Antonio Nocerino, già palesato campione, potremmo parlare, invece, delle trattative più recenti che hanno portato in rossonero Muntari, Maxi Lopez e Mesbah: tre giocatori mediocri, a detta di tutti, ma determinanti e risolutivi non appena giunti il quel di Milanello. L’aria che si respira nel centro sportivo deve avere qualche componente magica, particelle miracolose in grado di far emergere il campione da quei giocatori che, fino al giorno prima, non avevano (o quasi) cavato un ragno da un buco. Dev’essere proprio questo alone positivo che aleggia, appunto, sull’AC Milan a rendere la società tanto ambita da molti calciatori, non da tutti, però, se ricordiamo le parole di Cristiano Ronaldo che, in risposta al sogno di Berlusconi disse: “Lusingato di essere nei sogni del Presidente Berlusconi ma al Real Madrid sto molto bene e non sono attirato dall’Italia”, credo che, in fin dei conti, possa ancora ricredersi ma, considerando l’andamento del mercato rossonero, potrebbe essere possibile trovare un nuovo Ronaldo magari a 500 mila euro.

 

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it