Milan » Milan News » Champions League andata quarti di finale, Milan-Barcellona 0-0: voti e pagelle del match

Champions League andata quarti di finale, Milan-Barcellona 0-0: voti e pagelle del match

CHAMPIONS LEAGUE | ANDATA QUARTI DI FINALE – Risultato finale: Milan-Barcellona O-O

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Nesta, Mexes, Antonini; Nocerino, Ambrosini, Seedorf; Boateng; Robinho, Ibrahimovic.
A disposizione: Amelia, Yepes, Mesbah, Aquilani, Emanuelson, El Shaarawy, Maxi Lopez. All.: Allegri.

BARCELLONA (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piquè, Mascherano, Puyol; Xavi, Busquets, Keità; Sanchez, Messi, Iniesta.
A disposizione: Pinto, Montoya, Tello, Thiago Alcantara, Fabregas, Pedro, Cuenca. All.: Guardiola.

Marcatori: nessuno.
Ammoniti: Ambrosini, Seedorf, Nesta, Keità.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: MASSIMO AMBROSINI !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

-MILAN-
ABBIATI 7.5
: Impegnato in ben due occasione nel quale risulta decisivo. Al 26′ ingresso in area centrale di Xavi che da distanza ravvicinata la piazza all’angolino basso, ed ecco il primo miracolo…il secondo arriva nella ripresa quando dopo un errore in disimpegno del nuovo entrato Mesbah, il fenomeno Messi la piazza di sinistro e ancora super riflesso del 32 rossonero. Saracinesca, ancora una volta!

BONERA 7: Da applausi in ogni chiusura, sempre attento alla posizione e agli inserimenti continui degli avversari alle sue spalle. Superbo di testa anche se grava nella gestione del possesso palla la sua scarsa tecnica, ma questa non è certo una sua colpa, condizionato oltretutto dal pressing asfissiante degli spagnoli.

NESTA 7.5: Spettacolare in ogni intervento e decisivo negli 1 contro 1 su Messi. Non fa quasi pesare l’assenza di Thiago Silva e dirige la difesa in maniera strabiliante. Viene ammonito al 58′ per fallo su Messi che per la prima volta lo aveva saltato. Purtroppo è costretto a lasciare il rettangolo di gioco a causa di un problema al piede destro ancora da valutare. Rientra dopo un lungo tempo e ferma in ogni modo il più forte giocatore che lo stesso Nesta abbia mai affrontato. Dal 74′ MESBAH, voto: 6.

MEXES 6.5: Soffre più la tensione della partita, che la bravura degli avversari. Prova in tutti i modi a chiudere gli spazi, e con l’aiuto dei compagni gli riesce alla grande. Non prendere gol è stato frutto della grande concentrazione che non dovrà mancare nella gara di ritorno.

ANTONINI 7.5: Si ritrova sempre di fronte Dani Alves che è padrone della fascia ma non lo soffre quasi mai. Magico in due chiusure, la prima in velocità su Sanchez solo davanti al portiere, la seconda su Tello ancora in scivolata pronto al colpo vincente.

NOCERINO 6+: In ombra per quasi tutta la partita perché è sempre costretto a chiudere raddoppiando insieme a Bonera il diretto avversario. Nella ripresa lo si vede un paio di volte nella metà campo avversario ed è pericoloso in un occasione in contropiede quando servito da Emanuelson, anziché provare il tiro (per nulla impossibile), cerca il cross, prontamente intercettato da Puyol.

AMBROSINI 8: Sente il peso di una partita stellare che lui gioca con la fascia da capitano sfoderando una prestazione da migliore in campo. Il più attivo in mezzo al campo, recupera una serie di palloni che oltre a fare rifiatare la difesa, permettono al Milan di poter ripartire in contropiede, che però i compagni non concretizzano. Verrebbe da costruirgli una statua d’oro per il tuffo a peso morto sul tiro a botta sicura di Messi al minuto 76.

SEEDORF 6.5: Da lui ci si aspetta sempre la giocata decisiva e l’olandese ci prova sempre senza mai affondare il colpo decisivo. Prova a giocare palla a terra ogni volta che si trova in possesso ma l’asfissiante pressing avversario non concede grandi possibilità.

BOATENG 6.5: Non era al massimo della forma, ma nonostante questo cerca sempre l’uno contro uno cercando di saltare l’avversario e creare pericoli ma il più delle volte viene bloccato dal pressing avversario. Lascia in campo tra lo sgomento (e gli applausi) del pubblico che lo voleva in campo tutta la partita, perché si sa, uno come lui la giocata prima o poi la fa, ma il mister non ha voluto rischiare ricadute. Dal 67′ EMANUELSON, voto 5: Nemmeno il tempo di entrare che si ritrova l’occasione per sbloccare il match ma manca totalmente il controllo che lo avrebbe messo incredibilmente solo davanti a Valdès. Il resto della partita sembra che neppure lo giochi perché non tocca quasi mai palla.

L'errore di Robinho al 3° minuto! (in foto)

ROBINHO 4.5: Clamoroso il gol che sbaglia al terzo minuto di gara che sciocca l’intero popolo rossonero sparso in tutto il mondo. Come è possibile che un fenomeno a questi livelli sbagli un colpo al volo di una facilità disarmante? Chissà come sarebbe andata se il Milan avesse sbloccato subito il match…! Dal 52′ EL SHAARAWY, voto 6.5: Da subito maggiore freschezza e profondità alla manovra d’attacco. Non sente la pressione della partita e cerca un paio di volte il numero prima su Piqué, poi su Mascherano senza riuscire a concretizzare come dovrebbe. Il faraone sta crescendo alla grande e questi minuti giocati ne sono la dimostrazione.

IBRAHIMOVIC 6: Subito decisivo al terzo minuto quando serve un assist geniale di testa per Robinho che sbaglia l’impossibile. Dà grande profondità nei primi minuti dettando sempre il passaggio filtrante che non è quasi mai preciso; eccetto in un occasione che lo svedese non concretizza come ha dimostrato di saper fare, facendosi smorzare il tiro da Puyol che rende facile la parata dell’estremo difensore spagnolo. A differenza di altre partite europee, stavolta l’11 rossonero non si nasconde e quando può, prova ad aiutare la squadra. Ha fatto il possibile ma contro questi fenomeni non è ancora sufficiente e per portare a casa la qualificazione, nella partita di ritorno si dovrà fare anche l’impossibile se necessario.

ALL. ALLEGRI 7: Le assenze non sono mai state una attenuante per il mister e anche stasera, nella partita più importante della stagione, nonostante i super assenti, la sua squadra gioca come deve e non aver subito da gol da una squadra che in media ne segna quasi 2 a partita, è già una vittoria. La testa ora è al campionato e poi subito al ritorno al Nou Camp, nel quale bisognerà essere ancora più concentrati e sicuramente più cinici sotto porta.

BARCELLONA-
| VALDES
voto: 6 |

| DANI ALVES voto: 6.5 | PIQUE’ voto: 7 | MASCHERANO voto: 7 | PUYOL voto: 7 |

| XAVI voto: 7 | BUSQUETS voto: 6.5 | KEITA’ voto: 6| 

| SANCHEZ voto: 6+ | MESSI voto: 7+ | INIESTA voto: 6.5 |

| ALL. GUARDIOLA voto: 7 |

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it