Milan » Milan News » Milan-Barcellona, Rosell: Berlusconi è un simpatico, l’arrivo di Ibrahimovic fu un errore

Milan-Barcellona, Rosell: Berlusconi è un simpatico, l’arrivo di Ibrahimovic fu un errore

MILAN BARCELLONA – Il quotidiano online Repubblica.it riporta delle interessanti indiscrezioni rilasciate dal patron del Barcellona, Sandro Rosell. Il numero uno dei blaugrana ha toccato svariati argomenti: “Berlusconi è un tipo simpatico, guascone. Quando ha fatto shopping di lusso, ai tempi di Sacchi, aveva una squadra fortissima. Pagando, certo. Ma la nostra filosofia è un’altra: menos cartera, mas cantera. In castigliano fa rima. Significa meno mano al portafogli, più vivaio. Un altro modello, diciamo così”. Un modello che non ha funzionato nel caso di Ibrahimovich: “Non è mai entrato in sintonia con la squadra. C’erano pressioni enormi perché lo prendessi, ma il calcio è un gioco collettivo e il Barça è il più solidale tra i collettivi. Fu un errore. Per di più non in linea col nostro spirito: meno spese, più vivaio…”.

La redazione di Milanlive.it