Barcellona-Milan, Allegri: Un rigore regalato da noi e uno dall’arbitro, usciamo a testa alta

BARCELLONA MILAN – Di seguito le dichiarazioni di Allegri al termine della sconfitta contro il Barcellona di ieri sera. L’allenatore rossonero recrimina il secondo rigore assegnato: «Un rigore l’abbiamo regalato noi, un altro l’ha quasi regalato l’arbitro. Il Milan esce a testa alta. Dopo l’1-1 la sensazione era che avessimo la possibilità di passare il turno, il Barcellona aveva pressione addosso. Ai ragazzi non posso rimproverare niente. Il Milan quest’anno ha disputato un’ottima Champions e il prossimo anno sarà molto più competitivo. Da questa coppa usciamo bene in prospettiva futura, a testa alta, con la consapevolezza di aver fatto un passo in più rispetto alla scorsa stagione. I quarti di finale erano l’obiettivo minimo fissato dal club». Poi Allegri aggiunge: «Sono sicuro che questa sconfitta non inciderà minimamente in campionato, non lascerà strascichi: se giocheremo da Milan difficilmente perderemo la testa della classifica. Abbiamo perso molte palle in uscita nei primi minuti, sbagliando alcuni passaggi e le misure di alcuni di essi. Mi sarebbe piaciuto giocare il secondo tempo in modo diverso, ma il secondo rigore dato con troppa facilità ha creato nervosismo. È giusto che passino loro perché sono più forti e hanno vinto, ma è un peccato perché per il Barcellona la partita si poteva complicare. Abbiamo provato a riaprire la partita fino alla fine e non ci siamo riusciti. Non abbiamo reagito dopo il 2-1? È difficile dopo aver subito un rigore a due minuti dalla fine del tempo. Comunque erano e restano i favoriti per vincere la Champions. Ora noi dobbiamo pensare al campionato».

La redazione di Milanlive.it