Milan » Milan News » Milan-Fiorentina 1-2, Allegri: non ce l’aspettavamo, se volevano che perdessimo ora abbiamo perso, ora basta

Milan-Fiorentina 1-2, Allegri: non ce l’aspettavamo, se volevano che perdessimo ora abbiamo perso, ora basta

MILAN-FIORENTINA 1-2, ALLEGRI – Ecco le dichiarazioni di Mister Allegri in conferenza stampa nel post partita: a SKY – “c’era sicuramente un po’ di stanchezza, il campo non ci ha aiutato, ci siamo complicati le cose da soli con il gol del pareggio e poi siamo stati disordinati ed è arrivato il 2-1. Credo che non sia necessario pensare a quello che succederà, mancano ancora 7 partite, non stiamo a fare calcoli, giochiamo di nuovo martedì quindi dobbiamo stare concentrati ed essere presenti sia caratterialmente che fisicamente. Pensiamo partita dopo partita. Accettiamo quello che decidono gli arbitri, forse il rigore per il Milan è stato generoso ma ingeneroso quello su Cassano non dato, comunque non parliamo degli arbitri. Sul gol di Jovetic ci siamo fatti prendere un po’ scoperti, non era passato nemmeno un minuto dall’inizio del secondo tempo. Sapevamo che la partita era difficile, nel secondo tempo abbiamo cercato di tornare in campo con l’intenzione di metterli in difficoltà ma non abbiamo avuto tempo. Non è stata una bella settimana ma ora dobbiamo guardare avanti. Credevo che Ibrahimovic e Maxi Lopez potessero fare bene, Ibra sarebbe stato più libero di girare anche perché non avevo Boateng, Emanuelson si butta meno dentro. Abbiamo perso, dobbiamo analizzare la partita, non ce l’aspettavamo ma bisogna avere personalità per uscirne. Il calcio è bello anche per questo, dobbiamo rimanere sereni. Indipendentemente da quello che farà la Juventus il Campionato è ancora lungo”

sala stampa – “La partita si è visto subito che era una partita difficile, facevamo fatica a portare la palla in avanti, il campo non ci ha aiutati perché non è bello per niente, siamo stati ingenui e infatti abbiamo preso due gol. Van Bommel sta meglio, spero di avere anche Boateng, abbiamo comunque tre squalificati, valuteremo nei prossimi tre giorni. Un pareggio avrebbe determinato un punto in più ma tanto abbiamo lo scontro diretto a sfavore quindi non sarebbe cambiato niente. Ultimamente abbiamo parlato troppo di conti, di calendari, di percentuali, oggi eravamo favoriti e abbiamo perso, il 13 maggio chi sarà davanti avrà meritato di vincere, vedremo. Non voglio fare polemiche, non voglio parlare di niente che non sia calcio, dobbiamo pensare alla sfida di martedì, andremo a Verona e niente è ancora perduto, nessuno se l’aspettava, la squadra ha fatto quello che poteva fare, non abbiamo giocato benissimo ma abbiamo creato alcune occasioni, guardiamo avanti. Bisogna avere la personalità per ribaltare subito questa sconfitta perché nel calcio può capitare, i numeri dimostrano che abbiamo sbagliato poco, siamo caduti oggi contro una buona Fiorentina, niente è perduto. La Juventus aveva comunque ottime possibilità di vincere lo scudetto pur essendo dietro di noi, se vinceranno a Palermo saremo dietro di un punto quindi anche noi siamo nella stessa posizione. Il campo oggi era veramente brutto, la palla sembrava un macigno. Cassano avrebbe potuto essere utile e infatti ha fatto anche buone cose. Non abbiamo sottovalutato la Fiorentina, sapevamo che sono molto tecnici e oltretutto difendono bene, noi ci abbiamo messo del nostro con troppo errori, per noi era più difficile giocare perché il campo è terribile. I tifosi ci sono sempre stati vicini, in un momento del genere bisognerebbe stare vicino ai ragazzi, non tutto è da buttare. Non mi sento assolutamente a rischio, le valutazioni spetteranno alla società poi vedremo, devo concentrarmi su quello che dobbiamo fare, dobbiamo stare un po’ più sereni e staccarci da quanto viene detto in giro. Seedorf ci sarà e anche Antonini, per gli altri vedremo. Una buona parte voleva che perdessimo, ora abbiamo perso quindi basta, non c’è altro da dire. E’ un momento difficile, non possiamo perdere il primato ma nell’arco del campionato si può passare anche attraverso momenti del genere”

 

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it