Milan » Milan News » 34^ Giornata Serie A, Milan-Bologna 1-1: voti e pagelle del match

34^ Giornata Serie A, Milan-Bologna 1-1: voti e pagelle del match

 

SERIE A 33a GIORNATA | GIRONE DI RITORNO – Risultato finale: Milan-Bologna 1-1

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Bonera, Antonini; Nocerino, Van Bommel, Muntari; Seedorf; Robinho, Ibrahimovic.
A disposizione:  Amelia, Yepes, Gattuso, Aquilani, Emanuelson, Maxi Lopez, Cassano. All.: Allegri.

BOLOGNA (3-4-2-1): Agliardi; Raggi, Portanova, Cherubin; Garics, Perez, Mudingayi, Morleo; Ramirez, Diamanti; Di Vaio.
A disposizione: Stojanovic, Antonsson, Rubin, Kone, Taider, Gimenez, Acquafresca. All.: Pioli.

Marcatori: Ramirez 26′; Ibrahimovic 90′.
Ammoniti
: Perez, Nocerino, Taider.
Espulsi: Bonera.

UOMO PARTITA MILANLIVE: GASTON RAMIREZ !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

MILAN –
ABBIATI 5
: Non può nulla sul gol di Ramirez al 26′ ma dimostra troppe incertezze nelle uscite sulle palle alte e poco preciso nei rilanci lunghi.

ABATE 6-: Prova in tutti i modi ad incunearsi nell’area avversaria, spesso riuscendoci, ma non è lucido per trovare l’assist o il tiro decisivo.

NESTA 5: La troppa voglia di fare lo porta ad essere sempre fuori posizione, cosa inusuale per uno come lui. Prova ad essere pericoloso sui corner e calci piazzati ma non la prende mai né di testa né tantomeno di piede. Prova incolore per il centrale romano.

BONERA 5.5: Dal primo all’ultimo minuto deve sempre fronteggiare l’attacco avversario da solo perché il suo compagno di reparto, Sandro Nesta, è sempre fuori posizione. Al 26′ si ritrova incolpevolmente 2 contro 1 nell’occasione del vantaggio bolognese e nel corso di tutta la gara prova in tutti i modi a tenere alta la linea difensiva mandando molto spesso in fuorigioco gli avversari. Viene espulso per doppio giallo all’82’ dopo un fallo sull’appena entrato Acquafresca.

ANTONINI 5: Mette cuore e voglia ma la qualità che serve per essere decisivo in certe occasione del match gli manca nettamente. Prova a tentare qualche cross per la testa dei compagni ma sono sempre imprecisi o troppo lenti e quindi facile preda degli avversari. Dal 69′ EMANUELSON, voto 5.5: per oltre 10 minuti rimane clamorosamente indietro senza mai superare la metà campo, poi prende maggior coraggio ripartendo in velocità palla al piede e tentando un paio di cross in area, proprio un suo cross al 90′ mette Ibrahimovic in condizioni di siglare il pareggio al volo di destro.

NOCERINO 5: Poco pericoloso e forse anche un po’ troppo sfortunato in alcune occasioni nel primo tempo, ma completamente assente nella seconda parte di gara. Mai un inserimento pericoloso da dietro, mai una giocata palla al piede utile e che potesse portare al Milan la superiorità numerica. Sarà la posizione (quella di interno a destra gli limita i movimenti) o forse la stanchezza ma resta il fatto che è mancata la grinta e la voglia di fare che a questo Milan non doveva mancare in questo momento così decisivo della stagione.

VAN BOMMEL 4: Un errore così clamoroso in una partita che valeva così tanto come quella di oggi, forse, a questi livelli non si era mai visto e nessuno lo avrebbe voluto vedere. Inaccettabile la palla persa dall’olandese (al rientro dopo l’infortunio) a centrocampo che innesca Diamanti in occasione del vantaggio di Ramirez. Anche provando a tralasciare l’errore che compie il numero 4 rossonero, resta comunque una brutta prestazione perché per tutto il tempo nel quale rimane in campo è praticamente un uomo perso in fase offensiva perché non riesce mai ad essere pericoloso quando si trova il pallone fra i piedi. Non salta mai l’avversario e non prova mai il lancio giusto per i compagni. In fase difensiva non ha i ritmi giusto per contrastare i due fantasisti scatenati del Bologna, Diamanti e Ramirez, che gli prendono sempre il tempo. Dal 72′ AQUILANI s.v.

MUNTARI 5.5: Corre tanto per tutta la partita recuperando anche un paio di palloni importanti ma questa volta a differenza delle altre, non riesce a cambiare ritmo alla partita non riuscendo a trovare la giocata giusta al momento giusto.

SEEDORF 4.5: Gli avversari nel primo tempo gli concedono tanto spazio per pensare e proporre gioco ma lui non lo sfrutta a dovere, rallentando troppo spesso l’azione sbagliando troppi appoggi, oltretutto non prova mai a liberarsi per tentare il tiro in porta. Dal 56′ CASSANO, voto 6: prova a darsi da fare come può inventando assist e giocate per i compagni. C’è grande intesa con Ibrahimovic che in più di un occasione provano a sfruttare con esito non troppo fortunati purtroppo. La bella notizia è che ormai è recuperato e si trova quasi al massimo della forma, pronto ad essere schierato titolare nelle prossime uscite.

ROBINHO 5: Primo tempo scandaloso nel quale il S.Siro non ha nemmeno la voglia di fischiarlo, voglia che lui si dimentica negli spogliatoi così come le lezioni basilari di passaggio e stop. Imbarazzante la sua partita che in parte riscatta nella seconda metà di gioco provando qualche giocata sullo stretto che gli riesce alla grande e che mettono il Milan in condizione di creare qualche occasione da gol. Purtroppo questo Robinho al Milan, non solo non basta, ma neppure serve e che toglie irrimediabilmente spazio al talento di El Shaarawy dal primo minuto.

IBRAHIMOVIC 5.5: Opaca prestazione, così come tutto il Milan, nel primo tempo. Si riprende in parte nella ripresa nella quale tenta prima una rovesciata spettacolare fuori di poco, poi viene vergognosamente fermato per fuorigioco a dir poco inesistente segnalato dal guardalinee e al 90esimo, purtroppo troppo tardi, sigla il pareggio con un gran interno destro al volo su cross di Emanuelson. Troppo poco per il capocannoniere del campionato (24 gol).

ALL. ALLEGRI 4: Una partita che bisogna vincere a tutti i costi e nella quale il Milan ricasca nello stesso problema che aveva portato alla sconfitta in casa con la Fiorentina. Poca qualità n mezzo al campo e troppo poca imprevedibilità in avanti. Certi errori si pagano a carissimo prezzo e ora il Milan e i suoi giocatori devono fare i conti con le crtiche: inevitabili arrivati a questo punto. Seedorf dietro le punte è inaccettabile, troppo compassato, privo di idee e lento nelle ripartenze. Emanuelson schierato terzino  sinistro solo dal minuto 69 quando andrebbe schierato dall’inizio della partita dato che c’è molto più da offendere in queste partite, che da difendere. Nocerino schierato ancora nella posizione di interno di destra nella quale non riesce ad esprimersi come sa e non è un caso se non segna più come nei precedenti mesi quando veniva schierato sulla sinistra. Un fenomeno come El Shaarawy non deve guardare la partita dalla panchina per far spazio a Robinho che la partita la guarda dal campo occupando un inutile spazio nel rettangolo verde di gioco. Questo e molto altro ancora ci sarebbe da dire su certe discutibili decisioni del mister, ma si sa, col senno di poi, siamo tutti fenomeni…

BOLOGNA –
| AGLIARDI voto: 6.5 | 

| RAGGI voto: 6.5 | PORTANOVA voto: 7 | CHERUBIN voto: 6 |

| GARICS voto: 6.5 | PEREZ voto: 6+ | MUDINGAYI voto: 7 | MORLEO voto: 6 |

| RAMIREZ voto: 7.5 | DIAMANTI voto: 7 | 

| DI VAIO voto: 6 |

| ALL. PIOLI voto: 6.5 |

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it