Milan » Milan News » Milan Allievi Nazionali: Milan–Inter 0–1, sconfitta nel risultato, non nel gioco

Milan Allievi Nazionali: Milan–Inter 0–1, sconfitta nel risultato, non nel gioco

MILAN-INTER ALLIEVI NAZIONALI – Lasciano il campo sconfitti per una rete a zero gli Allievi Nazionali di Mister Danesi, battuti solo nel risultato, quindi bugiardo, non nel gioco proposto ed offerto al pubblico che ha gremito le gradinate del campo centrale in Via dei Missaglia, al Centro Sportivo Vismara.
Un derby, questo degli Allievi Nazionali che, oltre ad essere la solita sentitissima “stracittadina”, valeva anche per la testa della classifica e la probabile conquista del primo posto del girone B.
Il giovani rossoneri si presentano forti del primo posto in classifica, con il miglior attacco del campionato, contro l’Inter che, con una partita in meno, risulta essere la miglior difesa del campionato (1 solo goal di differenza tra le due squadre)
Mister Omar Danesi deve rinunciare all’estroso argentino Claveria, infortunato, ma puo’ contare sul rientrante (da infortunio) Rondanini e su Petagna al rientro dopo aver scontato 3 giornate di squalifica.
Solito 4-2-3-1 per Mister Danesi: tra i pali Vimercati; la linea di difesa a 4, da destra a sinistra Rondanini, Lucarini, Iotti e Thamas; i due mediani davanti alla difesa Piccinocchi (Cap) e Mastalli (96), in avanti Pinato sulla sinistra, Bende Bendé al centro ed a destra Di Molfetta (96); in avanti il potente Petagna.
Dopo solo un paio di minuti dal fischio di inizio, è proprio Petagna ha ricevere da destra una bella palla; controllo e torsione con tutto lo specchio della porta a disposizione, ma il tiro finisce a lato seppur calciato da pochi metri.
L’Inter non sta’ a guardare, ed attacca sulle fasce con Donkor, sulla destra, ed Eguelfi sulla sinistra.
Tassi è ben controllato e limitato da Mastalli e Piccinocchi.
Molto bello, e molto fisico, il duello tra Lucarini, il nostro centrale difensivo, ed Ogunseye, il potente attaccante nerazzurro. Lucarini non concederà un millimetro all’attaccante avversario, coronando una partita perfetta risultando il migliore dei rossoneri!
A pochi minuti dal termine del primo tempo una leggerezza difensiva di Rondanini regala una palla facile facile ad Eguelfi, che si ritrova la palla tra i piedi e puo’ liberamente calciare in rete da dentro l’area. Nulla da fare per Vimercati, ed il primo tempo si chiude con il vantaggio interista.
Il secondo tempo è un monologo dei giovani allievi rossoneri, che schiacciano nella loro metà campo gli avversari.
Mister Danesi non ci sta a perdere, e passa al 4-3-1-2 inserendo in avanti, accanto a Petagna, Yaffa (96) al posto di Mastalli, al posto di Thamas dentro Galbusera, retrocedendo Pinato sulla linea difensiva, con un centrocampo formato quindi da Piccinocchi centrale, a sinistra Galbusera ed a destra Di Molfetta, con Bende Bendé che rimane come trequartista.
E’ proprio sui piedi di Bende Bendé che al 10’ arriva una buonissima palla; il calcio al volo da pochissimi metri è pero’ impreciso e termina a lato.
I rossoneri affrettano i tempi, i giocatori interisti tentano di rallentare il gioco in tutti i modi; piu’ volte, e diversi atleti nerazzurri, chiederanno soccorsi per problemi di crampi.
Il Milan è tutto in avanti, e su una bruciante ripartenza nerazzurra Bertolino salta anche Vimercati in uscita disperata, ma sul tiro dell’attaccante interista c’è Lucarini ha salvare sulla linea la palla del possibile, ed ingiusto, raddoppio intersita. Anche grazie a questo prezioso intervento Lucarini si guadagna la palma di migliore in campo.
I rossoneri restano in partita, l’Inter ormai si difende nella propria area, badando solo a calciare il pallone lontano senza piu’ tentare di giocare!
Negli ultimissimi minuti è Pinato ad inserirsi nell’affollatissima area interista, saltando uno, due, tre avversari per poi calciare verso la porta. Il tiro è pero’ ribattuto da un difensore.
Il fischio finale decreta quindi la vittoria, ed i 3 punti, a favore dell’Inter.
I giovani rossoneri pero’ si consolano con una prestazione di livello, e di carattere, dimostrando doti maggiori di palleggio e di tecnica; hanno schiacciato l’Inter nella loro metà campo per un tempo intero e solo, purtroppo, l’imprecisione dimostrata sotto porta non ha consentito ai ragazzi di trovare la rete del giusto pareggio.
Dispiace inoltre aver preso goal, e perso la partita, solo per un’imprecisione difensiva.
Restano ormai solo 3 partite da giocare, ed il Milan, confermando l’attuale secondo posto in classifica, passa direttamente alle Final Eight, dove si giocherà, e difenderà, la vittoria del titolo di Campione d’Italia della categoria Allievi Nazionali

 

Paolo Pellizzari – www.milanlive.it