SERIE A SCUDETTO JUVENTUS MILAN / Intervenuto in diretta a Radio Crc, nel corso del programma condotto dal giornalista Raffaele Auriemma dal titolo ‘Si gonfia la rete‘, il giornalista e direttore di Tuttosport Paolo De Paola, giunti ormai quasi al termine della stagione, ha voluto fare un bilancio e un’analisi dei motivi e delle situazioni che hanno portato la Juventus ad occupare la prima posizione in classifica a tre punti dal Milan: “Il Milan ha subìto tanti infortuni e su questo credo che dovrebbe interrogarsi la società. È stato messo sotto accusa anche lo stesso preparatore perché alcune cose restano perplesse. La rosa del Milan è piena di campioni, alcuni anche non giovanissimi ma che pensano a raggiungere obiettivi personali, non si gioca per la squadra. Nella Juventus invece l’esaltazione dei singoli è la fase finale di una coralità di gioco. Antonio Conte e Pirlo credo abbiano fatto la fortuna della Juventus, insieme a Vucinic. La figura dell’allenatore credo sia sempre di maggiore importanza. La difesa della Juventus di quest’anno per esempio è la stessa che l’anno scorso fu messa sotto accusa. Ciò che un allenatore riesce a trasmettere credo sia fondamentale. Il carisma del tecnico e la forza della società sono determinanti. Lo scudetto? Credo che la parola fine sulla stagione potrà essere messa solo domenica. La Juventus può concedersi il lusso di una sconfitta che però metterebbe addosso una pressione pazzesca“.

Fabio Alberti – www.milanlive.it