Milan » Milan News » Lacrime d’addio! 38^ Giornata, Milan-Novara 2-1: voti e pagelle del match

Lacrime d’addio! 38^ Giornata, Milan-Novara 2-1: voti e pagelle del match

ULTIMA GIORNATA SERIE A – Risultato finale: Milan-Novara 2-1

MILAN (4-3-1-2): Amelia, Zambrotta, Mexes, Yepes, Mesbah; Gattuso, Aquilani, Seedorf; Boateng, Cassano, Ibrahimovic.
A disposizione: Roma, Antonini, Nesta, Ambrosini, Nocerino, Robinho, Inzaghi. All.:Allegri.

NOVARA (4-3-1-2): Fontana; Morganella, Lisuzzo, Centurioi, Garcia; Porcari, Pesce, Gemiti; Rigoni; jeda, Caracciolo.
A disposizione: Logofatu, Ludi, Branca, Rubino, Maggio, Radovanovic, Morimoto. All.: Tesser.

Marcatori: Garcia 20′, Flamini 56′, INZAGHI 82′.
Ammoniti: Aquilani.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: SUPERPIPPO INZAGHI !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

MILAN –

AMELIA: s.v.

ZAMBROTTA 6: E’ l’ultima partita per lui a S.Siro con la maglia del Milan. 107 partite in rossonero giocate con grande cuore nonostante l’età non gli abbia permesso di dare quanto la sua classe gli poteva permettere. Sfiora il gol al 26′ con un tiro di sinistro che passa a pochi centimetri dal palo della porta difesa da Fontana. Secondo tempo più sulle sue per il terzino rossonero che scoppia in lacrime insieme a tutti i suoi compagni a fine partita.

MEXES 5: Sonnecchia, concede troppo, manca spesso di concentrazione. Soffre la carica e la voglia degli avversari soprattutto nel primo tempo.

YEPES 7: Il più attento e sveglio di tutti in difesa, non molla un colpo dal primo all’ultimo minuto. Riconfermato anche per la prossima stagione.

MESBAH 6: Tanta voglia ma poca concretezza in fase offensiva.

GATTUSO 7: 13 anni di Milan non si scordano facilmente. Le sue lacrime dicono tutto. La fine di una avventura che ha dato grandi gioie al centrocampista di Corigliano Calabro e a tutti i tifosi rossoneri. Nel secondo tempo della partita ha messo in campo tutto quello che poteva facendo andare in visibilio tutti gli spettatori del S.Siro con recuperi fantastici e una grinta che hanno davvero in pochi. Un grazie da tutto il mondo rossonero al guerriero col numero 8 è doveroso. 

AQUILANI 6: Nel giorno degli addii non c’è la certezza sul suo futuro al Milan. Se verrà o no riscattato dal Liverpool questo dipenderà dalla società. Al 46′ a pochi secondi dal fischio di fine primo tempo si divora un gol su cross di Mesbah più facile da sbaliare che da segnare, a porta praticamente vuota.
Dall’81’ NESTA 7: Ha reso elegante il ruolo di centrale difensivo. Esemplare in tutto e per tutto, sia dentro che fuori dal campo. Entra a pochi minuti dalla fine posizionandosi davanti la difesa, non prima di una battuta con il giornalista di Sky che gli aveva chiesto se fosse vero che si posizionasse davanti la difesa per gli minuti. Nesta gli ha risposto tra le risate generali: “Si giocherò davanti la difesa. Ho i piedi buoni, cosa credi?” 

SEEDORF 7: Il professore più geniale che tutti i rossoneri e non solo, hanno ammirato in campo. Un esempio per tutti, sul campo, ma soprattutto fuori dal campo. Prima che un grande giocatore, il Milan dovrà fare a meno di un grande uomo. 
In questi anni al Milan di gol ne ha fatti tanti, uno più bello dell’altro ma nella partita odierna non è riuscito a mettere la firma nonostante abbia avuto ben 4 occasioni nitide, tra cui un palo clamoroso su punizione.  

BOATENG s.v.: Dopo 7 minuti, dopo un contrasto fortuito con un avversario è costretto ad abbandonare il campo e prendere la via degli spogliatoi. L’ultima partita che rispecchia in pieno la stagione travagliata di Prince Boateng. Dal 10′ FLAMINI, voto 7: Trova al 56′ il gol che riapre la partita, grazie ad un inserimento visto e servito con i tempi giusti dal solito Cassano. Un gol che sa tanto di rivincita dopo la stagione travagliata del centrocampista francese che a breve dovrebbe rinnovare.

CASSANO 6: 10° assist della stagione che paragonati al numero di partite giocate, sono qualcosa di mostruoso per un giocatore che a questo Milan è davvero mancato soprattutto nella parte più importante della stagione. Il prossimo banco di prova per il fuoriclasse barese sarà il campionato Europeo con la nazionale nella quale, a meno di clamorose decisioni del Ct Prandelli, sarà il perno fondamentale dell’attacco Azzurro.
Dal 67′ INZAGHI, voto 10:  “♫ Oi oi io…io io io…Pippo Inzaghi segna per noi ♫” Questo è il coro che risuona a S.Siro dall’11 Agosto del 2001, data dell’esordio del numero 9 rossonero. La fine di un’avventura, quella con la maglia del Milan, che è stata quanto di più emozionante ed eccezionale possa offrire questo sport. 
All’82esimo di una partita ancora in bilico, il maestro del gol si inserisce alle spalle del difensore del Novara, controlla il pallone di petto e lo piazza  di destro alle spalle del portiere. Forse non è un classico gol alla Inzaghi, ma l’emozione che ha scatenato quest’ultimo gol di Pippo è stata qualcosa di incredibile. Ogni vero milanista non ha potuto fare a meno di piangere. E’ stato un onore per noi milanisti gioire ed esultare per ogni suo gol. Certe cose non possono essere descritte a parole…certe cose vanno vissute! 

IBRAHIMOVIC 6.5: Strana partita per vari motivi, forse perché non conta ai fini della classifica, forse perché è il giorno degli addii di un pezzo di storia rossonera, ma più semplicemente perché il capocannoniere della Serie A non va in rete. Nella sua migliore annata, dispiace non aver conquistato nessun trofeo eccetto la Supercoppa Italiana nel derby contro l’Inter di inizio stagione.

NOVARA –

| FONTANA voto: 7 | 

| MORGANELLA voto: 6 | LISUZZO voto: 6.5 | CENTURIONI voto: 5.5 | GARCIA voto: 6.5 |

| PORCARI voto: 6 | PESCE voto: 6.5 | GEMITI voto: 6 | 

| RIGONI voto: 7- | 

| JEDA voto: 5.5 | CARACCIOLO voto: 5.5|

| ALL. TESSER voto: 6.5 | 

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it