Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Handanovic: derby tra Inter e Milan per il numero uno sloveno

Calciomercato Milan, Handanovic: derby tra Inter e Milan per il numero uno sloveno

 

CALCIOMERCATO MILAN SAMIR HANDANOVIC / Tira aria di derby per Samir Handanovic . Un derby dove, al momento, l’Inter è saldamente in pole position, avendo già un mezzo accordo (o forse di più, con l’interessato). Le due società, dopo il contatto preliminare di tre settimane fa in cui era stata quantificata in 14 milioni la valutazione del numero uno sloveno, si sono riaggiornate per ritrovarsi e discutere quali contropartite tecniche inserire nell’affare. A tal proposito, dovrebbe esserci identità di vedute su Faraoni (e l’Inter farebbe pure una plusvalenza essendo il difensore arrivato da svincolato) mentre esistono molte frizioni su Coutinho , ritenuto incedibile dai nerazzurri e considerato dai Pozzo come il giocatore giusto per fare andare a posto tutti i tasselli dell’affare. Divergenza di vedute non marginale, considerato che Andrea Stramaccioni – che ha promosso a pieni voti l’idea di sostituire Julio Cesar con Handanovic – non può certo avallare la cessione del brasiliano, visto che i giocatori per mettere in pratica il suo 4-2-3-1 scarseggiano. L’Udinese invece preme e l’Inter temporeggia. Anche perché presto sarà in Italia Josias Cardoso , procuratore di Julio Cesar per capire cosa stia succedendo intorno al suo giocatore. Branca e Ausilio gli faranno una fotografia della situazione, spiegando come la sfiducia dell’Inter sia maturata per i tanti, troppi infortuni del brasiliano (un dato è emblematico a tal proposito, ovvero le 31 presenze racimolate nelle ultime due stagioni da Castellazzi ), oltre che da alcune perplessità legate al suo rendimento in campo. Il problema è che Julio Cesar non pare avere alcuna intenzione di lasciare Milano anche perché il Mondiale è ormai all’orizzonte e nei suoi piani ci sarebbe la volontà di tornare in Brasile solo dopo il 2014, ovvero quando gli scadrà il contratto con l’Inter. La sensazione è che i nerazzurri, andando a un muro contro muro col brasiliano, rischiano di avere tutto da perdere considerato che Julio Cesar potrebbe impuntarsi (e Moratti non potrebbe certo permettersi di avere un secondo portiere che gli costa 7 milioni a stagione) oppure essere costretti a versare una ricca buona uscita pur di risolvere l’impasse. Il che, legato ai costi dell’operazione Handanovic, potrebbe essere alquanto dannoso per i bilanci di una società che deve fare i conti col fair play finanziario e con i mancati introiti legati alla Champions. In questi problemi potrebbe sguazzare il Milan che Handanovic lo ha messo nel mirino per la stagione che verrà, quando andranno in scadenza tanto Abbiati , quanto Amelia . Galliani , per premunirsi, ha già bloccato Gabriel , portierino della Seleção Under 20, strappandolo al Cruzeiro per appena 400.000 euro (il ragazzo verrà comunque tesserato e resterà in rosa agli ordini di Allegri come terzo portiere), ciò nonostante è innegabile che risulterebbe difficile trovare un candidato migliore di Handanovic come erede di Abbiati. Il Milan, negli ultimi mesi, non ha mai fatto mancare gli apprezzamenti per il giocatore, l’operazione non è considerata prioritaria tuttavia, qualora l’Inter dovesse rimanere prigioniera di una serie di problemi (le contropartite da girare all’Udinese e i reiterati no di Julio Cesar), Galliani potrebbe entrare in gioco innanzitutto per ostacolare un po’ le grandi manovre dei cugini (il ricordo del grande bluff nerazzurro su Tevez è ancora molto fresco), in secondo luogo per porsi in una posizione favorevole qualora il corteggiamento dell’Inter nei confronti dello sloveno non dovesse convolare in matrimonio.

Fabio Alberti – www.milanlive.it