CALCIOMERCATO MILAN CANTAMESSA – “Sono state cessioni dolorose ma virtuose e per due ragioni: per conformità ai tempi, che non sono piacevoli né divertenti, e per conformità con le regole del fair play finanziario, che è obbligatorio per le società che partecipano alle Coppe Europee. Dal punto di vista sportivo, certo, non sono state cessioni piacevoli, ma virtù e rispetto delle regole sono ancora più importanti. Le cessioni sono del resto state un segnale significativo per il calcio in Italia e il trasferimento di Verratti suona nella stessa direzione, che, a prescindere da quanto può non piacere, è in armonia con i tempi. Il Milan per tanti anni ha fatto le cose più divertenti. Adesso va così, ma come ho detto non è solo questione che riguardi il Milan. E comunque la campagna acquisti termina il 31 agosto e i conti si fanno sempre alla fine. Non bisogna poi dimenticare i giocatori che sono già arrivati (Constant, Montolivo, Acerbi, Traorè, ndr). L’identità del Milan è sempre la stessa: il soggetto resta la squadra non i giocatori. E’ questa la cosa più importante”. Così ha parlato l’avvocato del Milan, Leandro Cantamessa, intervistato dai microfoni di Calciomercato.it sul nuovo corso rossonero.

La redazione di Milanlive.it