Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Allegri: Ultimo colpo? Tutto è possibile, dichiarazioni di Galliani? Io punto al primo posto…

Calciomercato Milan, Allegri: Ultimo colpo? Tutto è possibile, dichiarazioni di Galliani? Io punto al primo posto…

CALCIOMERCATO MILAN – Di seguito le principali dichiarazioni rilasciate da mister Allegri nella conferenza stampa pre-Bologna riprese da Sky Sport.

“Arrivo di Bojan? Con lo scambio Pazzini-Cassano abbiamo trovato la prima punta. Avevamo bisogno di aumentare il tasso tecnico della squadra e Bojan può giocare anche come prima punta. E’ un ottimo acquisto, congeniale alla nostra squadra. Ibra? E’ un campione che non hanno tutte le squadre. Con le sue giocate era uno molto forte in fase realizzativa e aiutava anche i compagni a segnare. La squadra deve ripartire da zero, è normale dopo 10 partenze più la cessione di due campionissimi. Ora è l’anno zero con molti talenti e un nuovo stile di gioco. Dobbiamo trovare i risultati ma non dobbiamo fare il paragone con la squadra della scorsa stagione. Con la Samp abbiamo giocato male ma non meritavamo di perdere. Il campionato non si decide domani ne si è deciso domenica scorsa. Dobbiamo stare tranquilli, sereni e avere pazienza. Ho fiducia in questo gruppo. Parole di Allegri? Il Milan gioca per il primo posto e minimo per passare il girone di Champions League. Con i nuovi arrivi rinforziamo una squadra già buona ma che ha bisogna di crescere, soprattutto in autostima. Non mi è mai piaciuto tutto questo pessimismo e questa diffidenza nei nostri confronti. Poi il campo dirà la verità”.

“Nuovo arrivo? Penso che il mercato sia chiuso, siamo già abbastanza. E’ chiaro che può ancora succedere di tutto ma non ci sono novità al momento. Con i giocatori che ho a disposizione posso avere buone varianti per tutta la stagione”.

“De Jong andrà in panchina e serve giocherà. Boateng giocherà sulla trequarti dietro ad El Shaarawy e Pazzini. Il Boa sta crescendo di condizione ma ci vuole un po’ di adattamento. Le squadre migliorano con il tempo, bisogna attendere che i giocatori si conoscano meglio fra di loro”.

La redazione di Milanlive.it