Milan » Milan News » Palermo-Milan, Luca Cecconi sul 2-2 in trasferta: Rossoneri in confusione, in crisi di identità

Palermo-Milan, Luca Cecconi sul 2-2 in trasferta: Rossoneri in confusione, in crisi di identità

 

PALERMO MILAN LUCA CECCONI / Palermo e Milan si sono divisi martedì sera al Barbera la posta in palio dando vita ad una gara divertente. Per commentare il 2-2 la redazione di TMW ha ascoltato il parere di un ex attaccante rosanero, Luca Cecconi, che ha dichiarato: “Il primo tempo del Palermo è stato giocato su buoni ritmi contro un Milan tragico, era tanto tempo che non vedevo giocare una squadra così male e approssimativa. Il Palermo ha fatto però l’errore di voler gestire la gara, cosa che non è da Gasperini. Nella ripresa hanno preferito aspettarli per ripartire ma è una cosa che Gasperini con le sue squadre di solito non fa, a prescindere dal risultato. Questo atteggiamento ha permesso al Milan, al di là del cambio di modulo, di recuperare la gara. Colpa del Palermo che ha abbassato troppo i ritmi spostando il baricentro verso il basso“.

Cosa dire di Miccoli? Fa sempre gol al Milan, il sesto in carriera….
Da ex attaccante dico sempre che i gol su rigore vanno sempre un po’ svalutati però ha fatto una buona prestazione. Ogni tanto offre colpi e giocate da gran calciatore, anche se non è il tipo di centravanti che ama Gasperini per il su calcio. Al momento è l’unico in quel ruolo quindi fa giocare Miccoli. E’ un tipo di attaccante che gioca su distanze brevi perchè ha sempre fatto la seconda punta. Se riesce a dare continuità allo smarcamento può migliorare la sua incidenza sulla gara“.

Come ha visto invece i rossoneri?
La squadra mi è sembrata in totale confusione, in crisi di identità. Stanno ancora cercando un modulo, una strada. Devo dire poi che hanno giocatori sopravvalutati visto gli ingaggi e quanto li hanno pagati, mentre altri giocatori stanno rendendo al di sotto delle loro possibilità. Però mi auguro che riescano a trovare il bandolo della matassa“.

Fabio Alberti – www.milanlive.it