Milan » Milan News » Allegri in conferenza: qualche modifica di formazione, Pato deve avere pazienza, importante il presidente

Allegri in conferenza: qualche modifica di formazione, Pato deve avere pazienza, importante il presidente


ALLEGRI CONFERENZA STAMPA LIVE – Segui la conferenza stampa di Massimiliano Allegri, live, in vista della sfida contro la Juventus di domani sera.

“Sto pensando un cambio a centrocampo. Valuterò da qui a domani mattina l’intuizione giusta. Speriamo andrà bene. Domani bisognerà fare la partita perfetta sotto tutti i punti di vista. Anche se la perfezione non esiste… Mexes e Constant sono recuperati. Robinho? C’è la possibilità che giochi titolare nei tre davanti. Antonini? Non è a disposizione. Tutti gli altri sono abili e arruolati. E’ possibile che ci sia qualche cambio rispetto alle ultime gare. E’ più per un motivo di stanchezza di qualcuno che ha giocato negli ultimi periodi. La partita durerà 100 minuti. De Jong giocherà sicuramente così come Montolivo, devo scegliere solo il terzo. A sinistra giocherà comunque Constant. Pazzini o Bojan? Devo ancora valutare. Ho 5 difensori centrali e tutti mi danno grande affidabilità. A sinstra giocherà Constant”.

“Pato? Ciò che ha detto è uno sfogo a caldo del ragazzo. Deve avere la pazienza di capire che per ritornare come era ci vuole tempo. Non si può risolvere tutto in fretta. Parlare della partenza di Pato è prematuro. Dobbiamo concentrarsi per il campionato, visto che ci siamo qualificati per gli ottavi. Ci ho parlato prima che arrivassero le sue parole. Capisco la sua voglia di rientrare, ma deve avere pazienza. Deve capire che quando rientrerà in condizione potrà diventare importante””.

“Berlusconi? E’ molto carismatico, usa le parole giuste per tutte. Un risultato positivo cancellerebbe anche un po’ di cose negative”.

“Pirlo? Non l’abbiamo marcato uomo lo scorso anno e non lo faremo nemmeno domani. Ci vorrò un’attenzione particolare però”.

“Guardiola? Non è un problema che mi riguardo. Io devo pensare alla partita di domani. Non voglio e non posso decidere chi sarà l’allenatore del Milan. Non sono cose che devo dire”.

“Il gol di Muntari? Se n’è parlato abbastanza in tutto il mondo. Oggi non avrebbe più senso parlarne. Fortunatamente racconterò ai miei nipoti”.

“Mercato di gennaio? Innanzitutto dovrà essere la società. Abbiamo ancora un mese per decidere. Si dovrà sfoltire anche la rosa”.

La redazione di Milanlive.it