Galliani: El Shaarawy come Neymar, Le polemiche? Anche l’anno scorso Robinho…

MILAN GALLIANI – Di seguito le principali dichiarazioni dell’ad del Milan, Galliani, a Radio Sportiva.

BERLUSCONI – “Il talismano Berlusconi funziona. Ho parlato con il presidente ieri sera e gli ho chiesto di tornare sabato ed ha accettato. Mi sa che dovrò iniziare a convocarlo dall’inizio della stagione così potremmo lottare per lo scudetto. I giocatori a inizio campionato erano sfiduciati e il presidente Berlusconi è stato fondamentale in questo. Dopo le prime prove di inizio anno, hanno ritrovato convinzione nei propri mezzi”.

EL SHAARAWY“El Shaarawy? E’ al di sopra di ogni nostra aspettativa. Ha fatto 20 anni la settimana scorsa e non so quanti attaccanti della sua età stanno segnando con questa continuità. Quando è arrivato dal Padova aveva un sacco di problemi. Ma adesso sta bene ed è uno dei talenti maggiori che ci sono al mondo. Calcia in maniera strepitosa e mette la palla dove vuole con un grande senso del gol. Stephan è un ragazzo serio e maturo. Sembra avere più anni dell’età biologica che ha. E’ ben voluto da tutti, è serio ed è un bravo ragazzo oltre ad essere un grande giocatore. Il presidente gli lascia la cresta se continua a segnare così. Anche ieri ha fatto un gol bellissimo, di una bellezza assoluta”.

BOATENG “Il Boa ha fatto anche lui un gran gol. Un gol importante ed è un gol alla Boateng. Lui ha sempre avuto questi colpi. Non riusciva a segnare ma si è impegnato tanto. Stiamo crescendo tanto e molto”.

MERCATO DI GENNAIO“Mercato? Siamo in 32, siamo tanti, forse troppi. La rosa del Milan, a inizio campionato mi davano del pazzo, è competitiva per il campionato italiano. Certamente abbiamo assenza importanti per cessioni e crediamo di aver costruito una buona squadra per il campionato”.

SOGNO SCUDETTO“Scudetto? No, no. Siamo partiti con un grande handicap e se viaggiano a questi ritmi è impensabile. Dobbiamo pensare partita dopo partita e provare a scalare la classifica facendo più punti possibili. Le polemiche? L’anno scorso a Catania a Robinho non venne dato un gol di Robinho decisivo. Il Milan ha riacquistato fiducia”.

La redazione di Milanlive.it