Milan » Milan News » Milan, intervista a Luca Attrattivo, autore di ‘Viva la Vida’, scrittore-calciatore rossonero

Milan, intervista a Luca Attrattivo, autore di ‘Viva la Vida’, scrittore-calciatore rossonero

LETTERATURA, INTERVISTA ATTRATTIVO VIVA LA VIDA – Abbiamo incontrato oggi Luca Attrattivo, trentunenne scrittore esordiente di Laveno Mombello sul Lago Maggiore. L’autore del romanzo ‘Viva la Vida’ edito da 0111edizioni, piacevole sorpresa letteraria del 2012, abbiamo scoperto essere anche capitano del Laveno calcio a 5, grande appassionato di calcio e simpatizzante milanista.

Viva la Vida, che romanzo è? Riesci a presentarlo in poche parole?

E’ la storia di un viaggio in camper, intrapreso per festeggiare l’addio al celibato di uno dei protagonisti. Si tratta di un romanzo di formazione che racconta il passaggio all’età adulta di cinque amici, estremamente diversi tra loro, ma lo stesso ugualmente impantanati in un mondo fatto di relazioni sentimentali non soddisfacenti, di situazioni lavorative precarie, e di autentica, perenne, crisi interiore.

Storia di un’amicizia e di un viaggio quindi. Apparentemente un soggetto non troppo originale, ma leggendo il tuo testo ci si diverte, si ride, si riflette e ci si emoziona. Tutto preventivato o è frutto della tua ispirazione?

Nel libro ci sono moltissimi riferimenti a situazioni realmente vissute, o comunque raccontate da altri, di conseguenza sono venute fuori parecchie scene divertenti; è un libro leggero, un libro che si legge sorridendo. Comunque c’è anche molto spazio per la riflessione.

A favore di chi si fosse incuriosito, come reperirlo?

La piccola casa editrice che l’ha pubblicato senza contributo economico (0111edizioni), pur non avendo una distribuzione paragonabile a quella dei colossi dell’editoria italiana, ha attivato vari canali: il libro si può facilmente reperire sui principali circuiti on-line e può essere ordinato da qualsiasi libreria, da poco è anche su iTunes.

Prossimi progetti letterari?

Due romanzi in cantiere: una storia sul calcio dilettantistico (per ora ferma) e un racconto più di spessore, una narrazione con alcuni spunti quasi paranormali.

Scrittore ma anche calciatore. Che obiettivi ti poni per la stagione in corso?

Il calcio a 5 è una realtà sempre più in crescita e la categoria dove milita il Laveno calcio a 5 è senza dubbio molto impegnativa. Ho l’onore di essere il capitano di questa squadra pazzesca, capace di costanti vittorie casalinghe e di altrettanti fallimenti esterni. Per ora la nostra posizione siamo a metà classifica, ma sono sicuro che nel girone di ritorno sapremo risalire la china. In ogni caso la nostra è una piccola realtà che si misura con colossi abitativi come Pavia, Bergamo, Rho.

Ci hai confessato la tua simpatia nei confronti dei colori rossoneri. Come vedi il momento del Milan?

Tolta la straordinaria rivelazione di El Shaarawi, giocatore che considero di esempio per la dedizione e la professionalità in campo, il Milan di oggi non mi entusiasma granché. Ho amato molti Milan a partire da quello di Sacchi, passando per Capello, fino ad arrivare a quello di Ancellotti (il mio preferito). Mi entusiasmano le squadre che giocano molto palla a terra, che giocano un po’ a calcetto insomma; per questo sogno Guardiola sulla panchina rossonera.

Mirko Correggioli Twitter: Kikko_Corre