Milan, Baresi a tutto tondo: San Siro va migliorato, lasciamo crescere El Shaarawy. E su Balotelli…

Milan News Baresi- Franco Baresi ha rilasciato un’intervista aSpaziomilan.it durante la quale ha parlato di vari argomenti: dalla questione dello stadio di proprietà alla possibilità di vedere Mario Balotelli con la maglia del Milan.

Partiamo da una bella notizia per Milano: San Siro ospiterà la finale di Champions del 2016. 
Sono felice: ovviamente, da italiano, mi auguro sia pronto come stadio, che sia all’altezza“.

Oltretutto il calcio italiano anche in Europa sta tenendo botta: tre agli ottavi di Europa League e due in Champions, Milan compreso.
Ci sono cicli e momenti, non si può sempre andare a mille. La Juve ha ricostruito bene e io penso che anche il Milan tornerà su grandi livelli. C’è stato un cambio generazionale, bisogna avere pazienza perché il Milan tornerà in alto“.

Se lei fosse in Galliani o Berlusconi opterebbe per la soluzione dello stadio di proprietà?
Io non sono né Galliani né Berlusconi. Penso che San Siro sia un grande stadio per il calcio e per il mondo, ma che vada migliorato sotto diversi aspetti: negli ultimi anni ci sono già stati dei miglioramenti e quando si gioca al “Meazza” è sempre uno spettacolo. San Siro è difficile da lasciare come anche pensare di andare in un altro stadio. Per le famiglie però ci vogliono più comodità e servizi“.

Veniamo al presente rossonero: dopo la tempesta, finalmente un po’ di quiete.
Stiamo crescendo e migliorando, ora c’è più fiducia. All’inizio la squadra è stata travolta dall’esterno e i media e la stampa sono stati troppo negativi. Credo che il Milan abbia una rosa di qualità che può fare bene ed è giusto avere pazienza e aspettare“.

Un commento su El Shaarawy che è stato accostato anche ai grandi Van Basten e Shevchenko.
Lasciamo stare i paragoni che non mi piacciono. Diamo importanza a quello che fa, avrà modo di dimostrare tutto il suo valore col tempo. Stephan va lasciato crescere in tranquillità“.

Non posso non chiederglielo: Balotelli, lo vorrebbe in rossonero?
Non rispondo. Oggi nel club ci sono fior fior di campioni, come El Shaarawy, Pato, Robinho e Bojan. Se poi per Balotelli ci sarà l’opportunità, valuterà la società…“.