MILAN GATTUSO NAZIONALE CHAMPIONS LEAGUE / Si parla della sua gloriosa carriera da calciatore, nella lunga intervista rilasciata al Guerin Sportivo. L’attuale centrocampista del Sion Gennaro Gattuso ha così ribadito quanto già detto in passato: “Le vittorie più belle con il Milan? Le vittorie in Champions. Io ho tre cose che mi porto dietro come le più forti della mia vita: l’infanzia in Calabria, di cui conservo ogni dettaglio in testa, la nascita dei miei figli e le vittorie nel calcio, di cui la più importante rimane quella del Mondiale. Le Coppe con il Milan le ho vinte da ultrà, con la rabbia e il coinvolgimento tipico da tifoso. In Germania mi sembrava di andare in paradiso, la cosa saliva di partita in partita e sembrava quasi scritta. A ogni gara sgomberavo la camera, preparavo la valigia e facevo tutto il cerimoniale scaramantico. Quel successo, comunque, è nato due anni prima, quando Lippi decise di costruire la Nazionale come un club. Regole dure, con il mister che rompeva le palle su tutto. Un giorno feci un’intervista a Coverciano nella quale parlai del Milan. Beh, mi ribaltò, me ne disse di tutti i colori, che lì si parlava solo di azzurro. E io avevo già 200 o 300 partite in Serie A, mica ero un pivello“.

Fabio Alberti – www.milanlive.it