CALCIOMERCATO MILAN – Intervistato da Sky Sport l’allenatore del Milan, Massimiliano Allegri, ha affrontato diversi argomenti. Ecco le sue dichiarazioni principali

SUL FUTURO“Spero di mangiare altri panettoni a Milano, voglio restare sino al 2016. Questa stagione ho iniziato sposando la causa della società e del presidente, che credo apprezzi la valorizzazione dei giovani in atto. Vorrei portare avanti altri tre anni questa squadra che è nata con me, ci potremmo divertire”.

SU BALOTELLI“Balotelli è un calciatore del Manchester City. E’ un giocatore importante, ma deve cambiare certi suoi comportamenti: in questo senso, sono d’accordo con le parole di Mancini. Credo che debba cercare di fare un ultimo salto per la sua carriera. Adesso, è ancora un giocatore incompiuto. Se arriva un attaccante? Aspettiamo cosa succede in Brasile con Pato e Robinho. Poi vedremo la società se e quali giocatori riuscirà a prendere”.

SULLA LINEA SOCIETARIA E PATO“Con me la società è stata chiara: bisognava ripartire. Il presidente Berlusconi ha fatto una scelta di rispetto verso il Paese in presenza di una grave crisi economica. Una causa la sposi oppure non la sposi. Sapevo a che cosa andavo incontro, è stata una sfida. Pato? Non è una sconfitta. Dopo un anno e mezzo di tribolazioni con gli infortuni, è normale che il ragazzo abbia voglia di cambiare aria. A me dispiace tantissimo: poteva essere un potenziale Pallone d’oro”.

La redazione di Milanlive.it