Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Pierino Prati punta su Balotelli: è una forza, sarebbe un ottimo affare

Calciomercato Milan, Pierino Prati punta su Balotelli: è una forza, sarebbe un ottimo affare

Milan News Mercato-Intervistato dal Corriere dello Sport, Pierino Prati dice la sua sul mercato rossonero, concentrandosi in primis su Balotelli:

 Pierino Prati, da grande esperto di bomber, il Milan fa bene a puntare su Balotelli?
«E’ vero che attorno a questo ragazzo c’è un pizzico di pessimismo, ma il Milan ha già dimostrato di sapere gestire un certo tipo giocatori, quelli, per intendersi, che hanno un carattere non troppo tranquillo. Secondo me può essere gestito e prenderlo può rivelarsi un ottimo affare».
Nessuno dubbio dal punto di vista tecnico?
«Assolutamente. Le doti di Balotelli sono fuori discussione. Ha forza fisica, creatività, sa dribblare, sa segnare ed è sempre capace di mettere la sua impronta in una partita. Lo ricordo ai tempi del Triplete con l’Inter: magari cominciava dalla panchina, poi quando le cose non andavano per il verso giusto, lui entrava, riuscendo a dare la svolta o risolvendo la gara a modo suo».
Le ricorda qualcuno in particolare?
«E’ difficile fare un nome, ma mi ricorda tutti quei grandi campioni che avevano lo stesso bagaglio di qualità».
E nel Milan cosa potrà fare?
«Balotelli è talmente eclettico che non avrà difficoltà ad adattarsi. Può partire da sinistra, da destra o anche da una posizione più centrale. Non conosco quale sia la sua preferita. Ma in genere quelli forti come lui scelgono da soli la posizione più idonea, quella dover riescono a rendere e a incidere di più».
Nel Milan, però, c’è già un intoccabile là davanti, ovvero El Shaarawy: può essere una coppia giusta quella con Supermario?
«Ripeto, Balotelli sa adattarsi. E nel caso lo farà anche con il Faraone che sembra preferire partire dalla sinistra. Finora, in quel ruolo, ha fatto cose straordinarie, ma una volta in campo quei due potrebbero scambiarsi la posizione. Non vedo che tipo di difficoltà possano avere. L’hanno già fatto in Nazionale».