Alberto Cerruti, giornalista della Gazzetta dello Sport, è intervenuto a Sky Sport 24:  “Kakà non è quello del 2007 quando il Milan ha vinto la Champions League, ma potrebbe servire. Io non lo prenderei perchè va per i 31 anni, non sarebbe un acquisto in linea con la politica dei giovani. Inoltre ha un elevato ingaggio e non è facile per i rossoneri. Non mi stupirei se, come negli anni passati in cui si è parlato di un suo ritorno, alla fine non arrivasse. Il Milan non vuole tirare fuori i soldi anche se Kakà si decurta l’ingaggio“.

Ha poi aggiunto: “Il fatto che Berlusconi sia in campagna elettorale può agevolare la cosa. Florentino Perez lo scorso anno mi ha rivelato che Kakà non è tornato al Milan perchè i rossoneri non volevano pagare alcun euro. Lui a breve avrà le elezioni per la presidenza dei blancos e non è disposto a darlo via gratis. Ce l’ha però con Mourinho per non averlo valorizzato. Kakà è una sua scommessa, ma Berlusconi deve spendere. Gratis non può arrivare“.

Sui ritorni a Milanello: “I ritorni al Milan non portano bene. Kakà rispetto al Shevchenko che tornò al Milan è un giocatore in forma. Ma io non prenderei. Non avrebbe collocazione e si metterebbe in difficoltà Allegri”.

Su Boateng: “Credo che quello vero sia quello attuale. I grandi giocatori sono grandi sempre, non solo un anno o due“.