CALCIOMERCATO MILAN – Torna a parlare il centrocampista del Milan, Riccardo Montolivo, e lo fa ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Il futuro capitano rossonero tratta diversi argomenti, a cominciare dal mercato: “Puntare sui giovani è l’unica strada possibile. Quelle di prima non sono più percorribili. La società ha preso la decisione giusta. Guardate Niang: uno su cui puntare per i prossimi mesi e per il futuro. Guidare i giovani? Lo farò volentieri, fa parte della mia natura. Questo è un progetto che avrà bisogno di diversi capisaldi. Allegri? Per sviluppare il progetto è basilare che rimanga alla guida di questa squadra, perché è un allenatore che insegna, che ha pazienza. Allegri si è calato bene nella nuova mentalità del club. Se i ragazzi stanno migliorando, è merito suo. Balotelli? L’ho conosciuto in Nazionale. E’ un po’ egocentrico ma l’ho visto sempre comportarsi bene. Non è un cattivo ragazzo. Certo, fuori dal campo esagera e ormai è difficile che cambi, però preferisco averlo come compagno che avversario. Mercato di gennaio? La società sa benissimo quali opportunità sfruttare. E spero lo farà. Che cosa serve? L’ideale potrebbe essere un giocatore per reparto, ma la cosa importante è che siano arrivi di qualità. Il mio futuro? Non sono un girovago. Spero di restare in rossonero molti anni. Berlusconi dice che ce ne vorranno tre per tornare a primeggiare? Se i nostri giovani maturano tutti come El Shaarawy e De Sciglio, ci mettiamo di meno. Robinho? E’ il giocatore con più qualità di tutta la rosa. Se sarà concentrato al 100% può essere l’uomo della seconda parte di stagione, quello che con la testa giusta ci farà svoltare”.

La redazione di Milanlive.it